Vai al menu di navigazione

Personalizzazione

mercoledì 20 novembre 2019

Relazione programmatica 2020


Il documento programmatico per l'anno 2020 approvato dall'assemblea dei soci del 16 novembre 2019.
Categoria: Documenti
Pubblicato da: Gianluigi Coppelletti

Relazione Programmatica 2020
Care Socie, cari soci

Come sicuramente già saprete, il prossimo anno, cioè il 2020, sarà un anno particolare in tutti i sensi, sia per la nostra città, riconosciuta come Città Capitale della cultura 2020, con tutto il fervore e gli impegni che ciò comporterà, sia per la nostra Associazione, perché festeggeremo il centenario dalla nascita dell’Unione, con iniziative e festeggiamenti che coinvolgeranno l’Italia intera, per concludersi poi a Genova, dove venne costituita nel 1920.
Inoltre nel 2020 l’intera Unione procederà a rinnovare tutti i propri organi decisionali, dai consigli sezionali al presidente nazionale.
Infine, l’assemblea sezionale di Parma che si svolgerà la prossima primavera, dovrà eleggere il nuovo Consiglio sezionale che provvederà a nominare il prossimo presidente della sezione parmense.
Avendo già svolto i tre mandati consecutivi previsti dallo statuto associativo, io non potrò più ricoprire la carica di Presidente Sezionale.
Per questo non ritengo opportuno formulare un programma di prospettiva che impegnerebbe coloro che vorranno e potranno occuparsi della nostra Associazione nei prossimi anni, limitandomi quindi a ricapitolare succintamente quanto già avviato o che si presume venga realizzato nei primi mesi del 2020, cioè prima del ricambio dirigenziale dell’Unione.
Ovviamente rimarranno attivi e possibilmente rafforzati tutti i  servizi e le prestazioni offerti dalla sezione ai soci, ai familiari e a tutte quelle persone che ritengono di potersi affidare al nostro personale per la cura dei propri interessi in materia di pensionistica, di assistenza fiscale, di riabilitazione e accesso agli ausili disponibili e  di sostegno alla socializzazione e alla formazione, nonostante la carenza di risorse e la sempre più scarsa disponibilità delle pubbliche istituzioni territoriali.
Noi cerchiamo di farci sentire ogni giorno, garbatamente, ma tenacemente, e per questo, oggi più che mai, serve la partecipazione dei singoli soci alle attività associative.
Anche la partecipazione agli eventi organizzati dall'Unione contribuisce a ottenere maggiore rilevanza e considerazione da parte di istituzioni pubbliche e private che possono sostenerci anche economicamente per la realizzazione delle nostre attività.
La costante collaborazione con i Lions Club e quella avviata con il Teatro Regio ci hanno permesso di essere attivamente presenti in molte iniziative pubbliche svoltesi in città e altre sono in procinto di realizzarsi proficuamente, anche rispetto a molti eventi collegati con “Parma 2020”, di cui spesso siamo partner o promotori.
Ci proponiamo di realizzare la mostra laboratorio sul braille in occasione della giornata nazionale dedicata a Louis Braille, fissata per il 21 febbraio del 2020, trovando per tempo una sede adeguata all'evento.
Ci piacerebbe riuscire ad allargare l'esperienza fatta nei mesi scorsi nelle scuole con l'iniziativa "Un tocco di classe: a scuola col Braille", per promuovere tra i ragazzi l'importanza della manualità e della diversità nel percorso educativo; su questa attività abbiamo già ottenuto il sostegno e, richiedendolo per tempo, anche il patrocinio del Comune.
Anche se diventa sempre più complicato, scarsezza di neve a Pratospilla non più facilmente accessibile come prima, ci piacerebbe realizzare la Giornata "ConFondiamoci sulla neve", giunta così alla sua10° edizione, insieme ad altre associazioni che vorranno partecipare, in collaborazione con la UISP, il G.S. “Va pensiero” e la polisportiva "Gioco".
Sempre con i nostri partner, ai quali si è aggiunto il Club Lions Bardi Valceno, intendiamo proporre in primavera alcune possibili escursioni in luoghi particolarmente interessanti sia in Parma, che in altre province italiane, recuperando alcune positive esperienze fatte gli anni scorsi.
Per quanto possibile, continueremo a sostenere la partecipazione dei nostri ragazzi alle varie attività sportive che si svolgono a Parma e in provincia, in particolare a "Bicincittà", "Vivi città", e alle Camminate culturali per i borghi cittadini.
Contiamo di riuscire a proporre ai soci e ai cittadini interessati una serie di incontri su tematiche di carattere legale che riguardano la nostra vita quotidiana, per aiutarci a capire come muoverci e a chi rivolgerci in caso di necessità.
Intendiamo sottoporre a tutti i soci, i familiari e utenti dei servizi promossi dall'Associazione, un questionario che ci aiuti a rilevarne il grado di utilità, la qualità, l'efficacia, il ritorno economico, sociale, culturale e la soddisfazione dell'utenza associativa.
Intendiamo ampliare e consolidare il servizio del Libro Parlato, ormai attivo e funzionante presso la nostra sezione, e vorremmo riuscire a completarlo con la lettura di testi e giornali su richiesta, specialmente per soci e utenti soli o anziani, da offrire a domicilio tramite gli strumenti più idonei e più semplici a disposizione dell'utente e dell'associazione.
Intendiamo sollecitare l'interesse di possibili allievi per l'apprendimento del braille, vedenti e non vedenti, sia a fini professionali, che di educazione alla manualità, abbinando brevi e mirate esperienze di piccolo bricolage e giardinaggio, di cucito e di cucina.
Purtroppo diventa sempre più difficile contare su volontari del servizio civile, di cui non si può mai sapere per tempo se, quando e quanti ragazzi saranno disponibili.
Questo ovviamente condiziona la programmazione di eventi e iniziative che pure, quando siamo riusciti a realizzare, si sono dimostrate molto utili e apprezzate, come la manifestazione dedicata alla prevenzione della vista, per effettuare una campagna di visite oculistiche di controllo fatte presso il Centro di Ipovisione.
Ci piacerebbe poter riproporre l’iniziativa del camper attrezzato ad ambulatorio oculistico,  da svolgere nelle piazze e nelle scuole di Parma e nelle principali cittadine della provincia.
In ogni caso, continueremo a partecipare alle diverse campagne sulla prevenzione della cecità, allestendo per le piazze e le strade della città il gazebo e appositi banchetti informativi sul tema della prevenzione.
Ci proponiamo di coinvolgere scuole e pubblico per attivare un percorso tattile e gustativo presso  il mercatino dei produttori, anche in riferimento al cibo e alla prevenzione delle malattie della vista.
Anche per il prossimo anno, saremo a disposizione di strutture e istituzioni del territorio, per fornire orientamento e assistenza nella realizzazione di percorsi tattili e accessibili a persone con gravi difficoltà visive, per i vari musei parmensi e nell'allestimento di mostre culturali in città e in Provincia, considerato anche il successo riscontrato con la Mostra “Si prega di toccare”, presso il Museo Glauco Lombardi e il progetto delle Statue che parlano per le piazze della città .
Siamo contenti dei risultati ottenuti dalla Campagna per il 5X1000 all'UICI di Parma, ma riteniamo necessario trovare altre occasioni e modalità per raggiungere e convincere un pubblico di donatori sempre più vasto.
Occorrerà migliorare e rendere più gradevole e continuativo il notiziario da distribuire in tutte le forme possibili, per diffondere notizie su eventi significativi che riguardano l'Unione e la città.
Purtroppo è risultato piuttosto difficoltoso realizzare lo sportello scuola e formazione ma continueremo a provarci, per metterlo a disposizione di chiunque abbia necessità di consultare l'Unione sui temi scolastici e della formazione professionale, assicurando l'attiva partecipazione agli organismi istituzionali che si occupano di tali problematiche, sollecitando anche la collaborazione con l'Università cittadina.
Sarà comunque necessario continuare nel tentativo di avviare il Servizio di consulenza/supporto psicologico e/o percorso psicoterapeutico per soggetti non vedenti ed ipovedenti, da mettere a disposizione dei soci e delle loro famiglie, oltre che ampliare  le prestazioni fornite dal Centro di Ipovisione.
Altrettanto necessario sarà consolidare i già ottimi rapporti e collaborazioni con altre associazioni e istituzioni della città, contribuendo così a promuovere il riconoscimento della specificità delle nostre esigenze e delle nostre problematiche, partecipando attivamente ogni volta che sia possibile alla vita cittadina, come stiamo sperimentando con la nostra presenza nelle Feste di quartiere.
Infine, sarà necessario impegnarsi per capire quali siano oggi le occasioni lavorative per i nostri giovani, i mestieri e le professioni ancora praticabili e le regole e procedure per l'avvio al lavoro, considerate le continue trasformazioni in corso e il ruolo dell'Unione in questo complicato contesto.
La fattiva partecipazione dei soci alla vita e alle iniziative dell’Unione, serve anche per rinnovare e allargare il gruppo dirigente dell'associazione, assicurandone così negli anni l'efficienza e la continuità sul territorio.
Concludo, augurandomi e augurandovi sinceramente buon lavoro per il 2020 e oltre, ringraziando tutti per il sostegno e l’affetto manifestatomi in tutti questi lunghi, faticosi ma preziosi anni alla direzione dell’Unione di Parma.
Dr. Michele Fiore



324867 visitatori dal 1 gennaio2009


Personalizza la visualizzazione di uicparma.it

Scegli uno stile:

Vai ad inizio pagina

Copyright © 1999 - 2019 uicparma.it
Sito realizzato con CMS Made Simple 1.6.6 Bonde