Vai al menu di navigazione

Personalizzazione

domenica 20 aprile 2003

Relazione morale 2002


Il documento approvato dall'assemblea dei soci.
Categoria: Documenti
Pubblicato da: Gianluigi Coppelletti

Care socie, cari soci,

quello che si è concluso è stato un anno molto difficile, in particolare dal punto di vista finanziario.
Come senz'altro ricorderete, il bilancio stava per chiudersi con un passivo che avrebbe potuto pregiudicare gravemente l'attività della nostra sezione.
Fortunatamente siamo riusciti a scongiurare questa eventualità, ma le difficoltà che abbiamo affrontato lo scorso anno non sono del tutto superate.
Infatti, se il bilancio non si è chiuso in passivo, lo si deve ad alcune entrate straordinarie,  difficilmente ripetibili nel corso del 2003, ed a tagli
drastici delle spese.
Queste entrate straordinarie sono essenzialmente il frutto del corso di alfabetizzazione informatica organizzato dall'I.Ri.Fo.R.. Oltre al consueto noleggio
delle apparecchiature e dei locali, una somma cospicua è quella rappresentata dalla retribuzione del docente, che lo stesso ha scelto di devolvere interamente
alla sezione.
Per ridurrei costi, oltre a un'attenta valutazione di ogni singola spesa, il Consiglio ha deciso di non rinnovare l'iscrizione ad alcuneistituzioni, l'abbonamento
ad alcune riviste associative e il contributo per l'adozione a distanza della ragazza etiope.
Sebbene le offerte dei cittadini costituiscano ancora una base importante per il sostentamento della sezione, vi è stata una preoccupante flessione di
questi contributi, che risulterebbe molto evidente se non vi fosse stata l'offerta del docente I.Ri.Fo.R..
Decisamente meno grave il calo degli iscritti, ma anche in questo caso, ciò comporta minori entrate per la sezione. Nel corso del 2002 76 soci hanno scelto
lo strumento della delega per il pagamento della quota associativa, mentre 204 hanno utilizzato il bollettino postale od altra modalità. Pertanto, il totale
degli iscritti per lo scorso anno è di 280, con un calo di 12 unità rispetto al 2001.
Ma i problemi che abbiamo dovuto affrontare non sono unicamente di natura finanziaria.
La disponibilità degli obiettori di coscienza in servizio presso l'U.I.C. di Parma è calata drasticamente, ed a nulla sono valse le sollecitazioni presso
i competenti uffici.
Attualmente, e per larga parte del 2002, un solo obiettore è stato in servizio e, per alcuni periodi dell'anno, non ne abbiamo avuto a disposizione nessuno.
Per sopperire a questa ormai cronica carenza di obiettori, abbiamo provveduto a redigere un progetto che ci consentisse di accedere ai volontari in servizio
civile. Pur avendo pubblicizzato questa nostra iniziativa, abbiamo dovuto constatare che nessun giovane ha scelto di impegnarsi in questa attività presso
la nostra associazione.
E' facile comprendere quanto questa situazione incida negativamente sui servizi che forniamo ai disabili visivi parmensi. Avendo così poche risorse umane
disponibili, siamo stati costretti a limitare il servizio di accompagnamento, ed anche il lavoro d'ufficio ne ha risentito.

Nonostante queste serie difficoltà, la sezione si è impegnata nelle varie attività che le competono, garantendo la consueta assistenza nello svolgimento
delle pratiche pensionistiche e burocratiche.
Per meglio far conoscere l'Unione Italiana Ciechi e le problematiche dei non vedenti, abbiamo partecipato ad una iniziativa organizzata da "Forum Solidarietà".
Si è trattato di "Giornate Aperte", un momento di incontro con la cittadinanza, ed in particolare con le scuole, che si è tenuto presso il chiostro della
chiesa di San giovanni. In quell'occasione, i soci che vi hanno partecipato hanno avuto la possibilità di parlare dell'associazione e di presentare alcuni
ausilii.

Come sempre la scuola assorbe una buona parte del nostro lavoro.
Si è consolidato il rapporto con il centro tiflodidattico di Bologna, e la collaborazione con l'Università degli Studi di Parma alla quale abbiamo fornito
alcuni libri in braille. A favore degli insegnanti di sostegno, è stato organizzato un corso per l'apprendimento dell'alfabeto braille, che ha riscosso
interesse ed una buona partecipazione.
Nell'ambito delle iniziative per la promozione del braille, è stata approntata una sessione di esami per il Concorso Braille che ha consentito al nostro
socio Roberto Conioli di partecipare alle selezioni regionali. Ci fa piacere qui segnalare che, nel corso dell'anno, Roberto ha inoltre ricevuto un premio
per il suo impegno ed i suoi risultati scolastici.
Anche l'assistenza fornita dallo sportello unico per l'integrazione scolastica si sta consolidando grazie ad alcuni contributi che ci sono giunti dalla
Provincia e dal Comune di Parma.
L'I.Ri.Fo.R. ha promosso e finanziato un corso sulla riabilitazione visiva in età scolastica, tenuto dalla dottoressa Massari del nostro Centro Ipovisione,
al quale abbiamo fornito supporto organizzativo.

Dal punto di vista del lavoro, pur dovendo  riscontrare una sostanziale diminuzione della disponibilità di centralini telefonici ove collocare i non vedenti
disoccupati, siamo lieti che due nostri soci abbiano finalmente potuto accedere al loro impiego.

Per quanto riguarda lo sport, alcuni nostri soci hanno continuato a frequentare la piscina "Ferrari", confermando il rapporto di collaborazione con la "Polisportiva
Gioco. Significative partecipazioni anche alla maratonina organizzata nella vicina Reggio Emilia, ed a quella nazionale che si è svolta nella capitale.

Il circolo ricreativo ha confermato la sua attività organizzando simpatiche tombolate, che risultano sempre molto gradite ai partecipanti.
Inoltre, grazie alla collaborazione con la sezione U.I.C. di Modena, alcuni nostri soci più anziani hanno avuto l'opportunità di trascorrere una piacevole
vacanza a Fanano.

Anche il club informatico ha profuso un importante impegno nel corso del 2002.
Ha infatti fornito il necessario supporto di competenze tecniche e didattiche all'I.Ri.Fo.R. per la realizzazione del corso di alfabetizzazione informatica,
che ha messo in grado sette soci di gestire autonomamente il personal computer. A riprova dell'efficacia del corso, constatiamo con piacere che alcune
allieve sono entrate a far parte della redazione del nostro sito Internet fornendo un utile apporto alla buona riuscita dello stesso. Il nostro sito, infatti,
si è confermato un importante punto di riferimento per molti disabili visivi italiani, raggiungendo quasi 10000 visite nel corso dell'anno. Siamo certi
che questi nuovi ingressi nella redazione miglioreranno ulteriormente il servizio che forniamo ai nostri visitatori.

Concludiamo la nostra relazione con un ringraziamento a tutti coloro che, pur nelle difficoltà di cui abbiamo parlato,  si sono impegnati per far sì che
la nostra sezione possa fornire servizi soddisfacenti ai ciechi ed ipovedenti di Parma e provincia. Invitiamo altresì tutti i soci e tutte le socie a sostenere
l'Unione con il proprio contributo di partecipazione e di idee, poiché è anche grazie al vostro sostegno che l'associazione potrà crescere e superare i
momenti difficili.


405793 visitatori dal 1 gennaio2009


Personalizza la visualizzazione di uicparma.it

Scegli uno stile:

Vai ad inizio pagina

Copyright © 1999 - 2022 uicparma.it
Sito realizzato con CMS Made Simple 1.6.6 Bonde