Vai al menu di navigazione | Vai al menu della sezione

Preleva l'intero corso in un unico file compresso (corso_oe.exe - 97kb)

Questo testo fa parte di una serie di lezioni su Outlook Express realizzate nell'ambito della lista tecnica UICTech. Tutto il materiale confluira' in una pubblicazione unitaria che verra' messa gratuitamente a disposizione di chi vorra' fruirne.

Copyright (c) 2001 Paola Vagata
E' garantito il permesso di copiare e distribuire questo documento, a patto di non modificarne il contenuto, seguendo i termini della GNU Free Documentation License, Versione 1.1 o ogni versione successiva pubblicata dalla Free Software Foundation, con la Sezione Non Modificabile "Premessa"
Una copia della licenza e' reperibile all'indirizzo:
http://fly.cnuce.cnr.it/gnu/doc.it/fdl.it.html

Lezione 0 - Premessa

Questo corso per l'uso di Outlook Express (dalla versione 5 in poi) non vuole affatto sostituire il manuale e la guida in linea del programma, ma deve servire come integrazione, quale supporto per un uso il piu' possibile agevole da parte dei non vedenti.
Nell'esposizione delle lezioni, non daro' nulla per scontato, almeno per cio' che concerne la posta elettronica, giacche' questo corso, se lo si ritiene opportuno, potra' essere pubblicato in siti Internet o stampato.
Dividero' il programma in 3 moduli:
1) Corso base (cos'e' Outlook Express, come inviare e ricevere messaggi, come rispondere ed inoltrare messaggi, come inserire file di testo, come inserire e salvare allegati);
2) Corso avanzato (La copia carbone nascosta, creazione di nuove cartelle, spostamento dei messaggi, creazione di regole di posta elettronica, creazione di nuovi account e identita', visualizzazioni, gestione della rubrica ecc.);
3) Gestione dei newsgroups.
Non mi soffermero' sugli elementi base di Windows, dando per scontato che chi utilizza programmi di questo genere abbia frequentato un corso di alfabetizzazione informatica, o comunque abbia i prerequisiti necessari per l'uso di tale sistema operativo.
Durante le lezioni i riferimenti agli screen readers saranno generici, in quanto non tutti usano gli stessi. Eventualmente, gli esperti degli screen readers piu' in uso (Jaws, Outspoken, Windows Eyes ecc), potranno integrare le spiegazioni con suggerimenti per poter usare meglio l'applicazione con detti screen readers.
Per qualsiasi chiarimento, segnalazione o osservazione, si puo' inviare una e-mail a
paolavagata@katamail.com

Lezione 0
Prima di cominciare
Prima di addentrarci nella conoscenza di Outlook Express, in questa lezione esporro' le principali caratteristiche del programma ed alcuni cenni preliminari, in altre parole, cio' che bisogna sapere per poter gestire la posta elettronica.
Per poter navigare in internet, inviare e ricevere messaggi di posta, occorre registrarsi ad un ISP (dall'inglese "Internet Service Provider); lo si puo' fare tramite dei CDRom forniti gratuitamente, oppure anche per telefono (ogni provider, in genere, ha un proprio numero verde). Terminata la registrazione (in cui vengono richiesti alcuni dati personali) ci vengono fornite informazioni utili per la connessione al servizio, l'invio e la ricezione dei messaggi e la navigazione in Internet. In particolare, l'indirizzo di posta elettronica serve a identificarci, allorche' inviamo messaggi. E' un po' come il nostro numero telefonico o come il nostro indirizzo di casa, unici in tutto il mondo. Un indirizzo si divide in due parti: nome utente (che possiamo scegliere quando ci registriamo ad un provider) e dominio (il nome del provider e l'estensione, che spesso ne identifica la provenienza. Le due parti (nome utente e dominio) sono divise dal simbolo @ (chiocciola), che gli inglesi pronunciano "at", termine che in inglese significa "a, presso"; l'estensione viene separata da un punto. Gli indirizzi di posta elettronica si scrivono generalmente con lettere minuscole. Analizziamo ad esempio il mio indirizzo di posta:
paolavagata@katamail.com
. Il nome utente e' dunque "paolavagata", mentre "katamail.com" e' il nome del provider, che in questo caso ha scelto di utilizzare un'estensione di tipo internazionale (.com). Le estensioni possono essere diverse: .it che indicano il dominio di provenienza italiana, .ru se si tratta di domini russi, .org, se si tratta di un'organizzazione, ecc.. C'e' da notare che alcuni provider considerano come nome utente l'intero indirizzo di posta (esempio, il provider "email".

Ma cos'e' Outlook Express?
Outlook Express e' un programma di posta elettronica (o "Mailer), che viene fornito con Windows, insieme ad Internet Explorer. Mentre quest'ultimo serve a navigare in Internet, Outlook Express offre tutti gli strumenti necessari per scambiare posta elettronica e partecipare ai newsgroups, gruppi che trattano vari argomenti, in cui si possono scambiare idee e informazioni. Vediamo piu' da vicino come si puo' gestire la posta elettronica con Outlook Express.
1) Si possono gestire piu' account (o Caselle) di posta e dei newsgroups.
2) Si possono creare piu' Identita' o Utenti per lo stesso computer, in modo che diverse persone possano lavorare sul medesimo programma. In poche parole, e' come se vi fossero tante istanze di Outlook Express (tante copie di Outlook Express) quante sono le persone che intendono lavorare su un dato computer.
Ogni identita' puo' essere protetta con una password, cosicche' solo gli interessati potranno accedere alla loro istanza del programma. Ciascuna identita' avra' le sue cartelle di posta elettronica e la propria rubrica, al fine di tenere separati i singoli utenti, oppure, poniamo, la posta di lavoro da quella privata.
3) E' possibile sottoscrivere newsgroups in modo da scaricare i messaggi dalla rete, per poterli leggere e rispondere con calma a quelli ritenuti di un certo interesse, al fine di intervenire nelle diverse discussioni.
4) Creare nuove cartelle, in aggiunta a quelle gia' esistenti, da collocare in diverse posizioni (ad esempio, si possono salvare tutti i messaggi che una data persona ci invia e raggrupparli in sottocartelle, ciascuna contenente messaggi risalenti ad ogni mese dell'anno).
5) Creare regole di posta elettronica, o "filtri", che consentono di compiere varie operazioni automaticamente, come ad esempio, spostare, dopo la ricezione, alcuni messaggi aventi per oggetto una certa stringa, o provenienti da un dato indirizzo di posta,in una cartella specificata da noi, copiarli, eliminarli e cosi' via.
6) Si possono anche creare visualizzazioni personalizzate per la posta (ad esempio, al fine di vedere in un colpo solo tutte le informazioni che riguardano ogni singolo messaggio, si puo' decidere, per esempio, di non visualizzare elementi per noi poco interessanti, come l'elenco cartelle, la barra di Outlook, il riquadro di anteprima ecc.).
7) Inviare i messaggi in diversi formati, inserendo allegati, immagini, suoni e firme personalizzate.
8) Inviare e ricevere messaggi protetti, con firma digitale, in modo da garantire al destinatario l'identita' del mittente. Attraverso la creazione di messaggi codificati, si potra' consentirne la lettura solo ai destinatari interessati.
I messaggi in ciascuna identita' di Outlook Express sono organizzati in cartelle, proprio come il disco fisso di un PC. Quelle indispensabili sono, a partire da "cartelle locali" (quella principale): posta in arrivo, posta in uscita, posta inviata, posta eliminata e bozze (in cui collocare, se vogliamo, i messaggi da rivedere e correggere prima dell'invio).
Naturalmente Outlook Express consente anche di gestire una rubrica, che si presenta come una pagina tabulata, e che permette di archiviare tutte le informazioni riguardanti ogni singolo contatto (nome e cognome, indirizzo, telefono, home page ecc.).

Naturalmente questa e' solo un'illustrazione sintetica delle potenzialita' di O.E.; i vari aspetti verranno approfonditi piu' avanti, durante il corso.

Nella prossima lezione vedremo come aprire Outlook Express e come settarlo, in modo da utilizzarlo piu' agevolmente.

Lezione 1 - Come aprire Outlook Express e settaggi preliminari

Questa volta vedremo i diversi modi di aprire Outlook Express, impareremo a configurarlo inserendo le informazioni relative alla nostra casella di posta, vedremo come rendere piu' agevole l'uso di O.E., compiendo alcuni aggiustamenti. Piu' avanti osserveremo il programma, con le sue cartelle ed i diversi menu', anche attraverso alcuni esperimenti pratici.

Probabilmente, ad una prima lettura, il contenuto di questa lezione potra' sembrarvi un po' pesante. Se avete gia' aggiustato correttamente O.E., la parte riguardante la connessione guidata Internet ed i settaggi potrebbe non interessarvi, per il momento, ma vedrete che, comunque, anche in futuro potra' tornarvi utile, se vi capitera' per qualsiasi motivo di reinstallare il programma.

Apriamo Outlook Express
Sperimentiamo i vari modi di aprire Outlook Express.
Generalmente esiste un collegamento nel desktop, quindi, una volta posizionati sul desktop, basta premere la lettera O e, se leggiamo o sentiamo la dicitura "Outlook Express", apriamo il programma.
Ancora, dal menu' Avvio, digitiamo la P di Programmi, poi la lettera O, appunto, come Outlook Express. Se non abbiamo installato altri programmi i cui nomi cominciano con la O, ecco che si aprira' il nostro mailer. Un altro modo per eseguire O.E. e' questo: menu' Avvio, digitiamo la lettera E di "Esegui", poi la stringa "msimn", (senza le virgolette), che corrisponde al nome del file "msimn.exe", che manda in esecuzione Outlook Express.

Alcune informazioni utili
Prima di passare ai settaggi preliminari, ecco alcune informazioni utili, che ci serviranno piu' avanti per compilare le varie voci nella "connessione guidata Internet".
Quando ci registriamo ad un provider, oltre all'indirizzo di posta elettronica, al nome utente e la password (che noi stessi possiamo scegliere), ci vengono forniti alcuni parametri molto importanti per configurare la nostra casella di posta, in modo da poter ricevere e spedire correttamente i messaggi.
Vediamo questi parametri e le loro funzioni specifiche:
Pop3 (Pop sta per Post Office Protocol), che serve per poter ricevere la posta, proprio come la nostra cassetta delle lettere, situata vicino a casa nostra;
Smtp (Send Mail Transfer Protocol), che serve per poter mandare la posta, come se noi ci recassimo all'ufficio postale, o imbucassimo una lettera in una cassetta postale, pronta per essere spedita.
Naturalmente ogni provider ha un proprio Pop3 ed un suo Smtp. Ad esempio, nel caso di Libero, il pop3 sara' popmail.libero.it, e l'Smtp sara' mail.libero.it.
Questi parametri andranno inseriti nel programma di posta.

La Connessione Guidata Internet
La prima volta che installiamo Outlook Express, ci si apre una finestra che ci consente di effettuare la cosiddetta "connessione guidata Internet", in cui dobbiamo immettere tutte le informazioni necessarie per gestire correttamente il nostro account, o la nostra casella, di posta elettronica.
Per prima cosa, ci viene chiesto di inserire il nostro nome reale, quello che poi chi legge i nostri messaggi vedra' apparire; nella finestra di testo scriviamo quindi il nostro nome e cognome (per esempio Mario Rossi); fatto cio' spostiamoci con Tab fino al pulsante Avanti e confermiamo cliccando con la barra spaziatrice. Successivamente ci apparira' la voce "utilizza l'indirizzo gia' disponibile, il cui pulsante radio e' gia' attivato. Ci spostiamo ancora con Tab e saremo invitati a scrivere nell'apposita finestra di testo l'indirizzo di posta elettronica con cui ci siamo registrati (esempio:
mario.rossi@libero.it
) spostiamoci ancora con Tab fino al pulsante Avanti e premiamo Spazio.
Ora dovremo immettere le informazioni relative alla ricezione e l'invio dei messaggi. Nelle due voci, che scorriamo con Tab, dobbiamo scrivere rispettivamente: il pop3 del nostro provider (nel caso di Libero: popmail.libero.it) e l'Smtp (mail.libero.it), poi ancora con Tab, ci posizioniamo sul pulsante Avanti e clicchiamo con Spazio.
Qui vi sono quattro voci: due le dobbiamo compilare, mentre le altre propongono alcune scelte. Vediamo queste voci:
1) Nome utente (lo troveremo gia' scritto, sempre nell'esempio in questione sara' mario.rossi);
2) Password (scriviamo la password che abbiamo scelto al momento della registrazione al provider);
3) Memorizza password (questa voce consente di memorizzare la password all'interno di Outlook Express, senza doverla digitare tutte le volte che vogliamo inviare e ricevere la posta, e la sua casella di controllo e' gia' attivata);
4) Accesso tramite autenticazione password di protezione (questa casella di controllo, nella generalita' dei casi, deve essere disattivata; vi sono alcune eccezioni, ma saranno gli stessi provider, eventualmente, a segnalarlo).
Andiamo ora con Tab sul pulsante Avanti e clicchiamo nella solita maniera. Col pulsante Fine, che confermeremo ancora con Spazio, abbiamo terminato l'immissione delle informazioni relative al nostro account di posta e potremo, finalmente, ricevere e spedire messaggi.

Settaggi preliminari
A questo punto, il programma assume l'aspetto di una pagina web, in formato Html, con una serie di link e pulsanti. Per una gestione piu' agevole e snella, compieremo alcuni aggiustamenti: faremo, cioe', in modo che all'avvio si raggiunga automaticamente la cartella "Posta in arrivo", evitando di passare attraverso i link ed i pulsanti, poi toglieremo le notifiche di conferma di ricezione nei messaggi e cambieremo il formato di invio della posta, da Html a testo normale. Vediamo insieme come.
1) Premendo Alt (si intende sempre quello di sinistra), piu' la lettera S, ci porteremo nel menu' Strumenti; digitando poi la lettera O, raggiungeremo una pagina tabulata, denominata Opzioni.
Osserviamola. Premiamo Shift+tab e la prima scheda che vedremo si chiama Generale. Se andiamo verso destra con la freccia, proviamo ad esplorare le altre schede, o sottopagine: lettura, conferme (presente nelle versioni piu' recenti di O.E.), invio messaggi, composizione, firma, controllo ortografia, protezione, connessione, manutenzione. Noi dovremo intervenire sulle schede relative a: "generale", "conferme" e "invio messaggi".
2) Terminata l'esplorazione, portiamoci con la freccia sinistra sulla scheda "generale" e, con Tab, spostiamoci nelle varie voci. Attiviamo, con la barra spaziatrice, la casella di controllo relativa all'opzione "all'avvio, vai alla cartella Posta in arrivo; cerchiamo con Tab l'opzione "invia e ricevi messaggi all'avvio" e disattiviamo la relativa casella di controllo, per evitare che O.E. ci chieda di connettersi ogni volta che si apre; fatto cio', portiamoci, sempre usando il tasto Tab, di nuovo all'opzione Generale, per poter raggiungere le altre schede.
3) Con la freccia destra, cerchiamo adesso la scheda "Conferme e, con Tab, posizioniamoci sulla seconda opzione, poi, salendo con la freccia, attiviamo il pulsante radio relativo alla voce "non inviare mai una conferma di lettura".
Cio' in quanto questa opzione risulterebbe fastidiosa perche' le ricevute arriverebbero poi nelle mailing list a cui eventualmente siamo iscritti o vogliamo iscriverci. La conferma di lettura o di ricezione di un messaggio si comporta allo stesso modo di una normale ricevuta di ritorno. Se la persona a cui mandiamo il messaggio usa anch'essa Outlook Express, nel momento in cui il suo programma riceve la nostra mail, ci verra' inviato automaticamente un messaggio di notifica che ci conferma l'avvenuta ricezione della nostra mail.
Dopo quattro colpi di Tab, ci portiamo sull'inizio della scheda "conferme" e continuiamo i settaggi.
4) Sempre all'interno della pagina tabulata delle opzioni, cerchiamo con la freccia destra la sottopagina "Invio messaggi, per andare a modificarne il formato. Con Tab, ad un certo punto, ci appariranno due pulsanti radio, Html e Testo Normale. Disattiviamo quindi il formato Html scendendo con la freccia sul pulsante Testo Normale, per attivare l'invio dei messaggi in questo formato.
Per concludere finalmente tutte le operazioni, spostiamoci sempre con Tab su OK e confermiamo con la barra spaziatrice.
Usciamo ora dal programma e, una volta rientrati, ci troveremo subito sulla cartella della posta in arrivo.

Come si presenta Outlook Express
Osserviamo ora piu' da vicino come si presenta Outlook Express. Ci troviamo nell'elenco dei messaggi e con la freccia proviamo a selezionarne uno qualsiasi. Con Tab potremo leggere l'anteprima del messaggio, cioe' solo qualche riga, il che ci dara' modo di decidere se aprirlo oppure no; da notare che spesso e' possibile leggerlo anche per intero. Spostiamoci ancora con Tab e vedremo la rubrica degli indirizzi di posta elettronica, o "contatti". Outlook Express normalmente condivide la sua rubrica con quella di Windows, quindi se aggiungiamo un contatto nella rubrica di O.E., automaticamente verra' aggiunto anche in quella di Windows. Con le frecce possiamo scorrere i vari contatti e leggere cosi' i nomi e cognomi appartenenti ai corrispondenti che via via avremo inserito in rubrica. Ora con Tab ci porteremo nell'albero delle cartelle. Saliamo in su con la freccia e troveremo la cartella principale, denominata "Cartelle Locali", Da cui partono le varie sottocartelle. Se scendiamo con la freccia, infatti, possiamo leggerne i nomi: "Posta in arrivo" (dove andranno a finire i messaggi che riceveremo), "Posta in uscita (in cui verranno collocati i messaggi pronti per essere spediti), "Posta inviata" (qui ci saranno i messaggi che avremo inviato), "posta eliminata" (che contiene i messaggi che vogliamo cancellare), "Bozze" (in cui andranno a finire i messaggi che salviamo, ma che ancora non vogliamo spedire, perche' magari desideriamo ritoccarli. Per leggere i messaggi contenuti in ogni cartella, dopo esservisi posizionati con la freccia, premiamo Tab e ci troveremo nell'elenco; scorriamolo con le frecce verticali e, dopo aver scelto il messaggio da leggere, apriamolo con Invio. Per uscire, si puo' premere semplicemente Esc, oppure la combinazione Alt+F4.

Osserviamo adesso i menu di Outlook Express. Sempre rimanendo posizionati nell'elenco dei messaggi, premiamo il tasto Alt e la prima voce che ci apparira' sara' quella denominata "File. Andiamo con la freccia verso destra e leggeremo le voci: Modifica, Visualizza, Strumenti, Messaggio, ? (aiuto).
Ognuna di queste voci ne contiene delle altre. Andiamo con le frecce orizzontali sulla voce File e, scendendo in giu', potremo scorrere tutte le voci relative, appunto, al menu' File. Come esercizio, potete esplorare ogni menu', spostandovi a destra su ciascuno di essi e scorrerne le sue voci con le frecce. Dopo aver osservato i vari menu', possiamo concludere che Outlook Express, come tutte le applicazioni standard di Windows, utilizza i menu' cosiddetti "a tendina".
Naturalmente anche in questo programma e' possibile attivare il "menu' di contesto", premendo il tasto "Applicazioni" (a destra del tasto Avvio di destra), oppure la combinazione Shift+F10.
Proviamo per esempio, una volta posizionati su un messaggio, ma senza aprirlo, ad andare nel menu' di contesto e leggere, scorrendole con le frecce verticali, alcune opzioni che permettono di eseguire rapidamente le principali operazioni sul messaggio che abbiamo selezionato:
Apri;
Stampa;
Rispondi al mittente;
Rispondi a tutti;
Inoltra;
Inoltra come allegato;
Segna come gia' letto;
Segna come da leggere;
Sposta nella cartella (questa voce e' seguita da tre punti, il che vuol dire che, premendo Invio, avremo la possibilita', tramite una finestra di dialogo, di spostare il messaggio in una cartella diversa);
Copia nella cartella (anche qui, i tre punti dopo la voce indicano che, premendo Invio, vi e' la possibilita' di copiare il messaggio in altra cartella);
Elimina;
Aggiungi il mittente alla rubrica (che permette di copiare l'indirizzo di chi ha mandato il messaggio nella nostra rubrica);
Proprieta' (premendo Invio su questa voce, e' possibile leggere le caratteristiche del messaggio e le sue intestazioni Internet, o "Headers") .
Ora facciamo un esperimento interessante. Apriamo il messaggio su cui siamo posizionati, poi proviamo a leggere il menu' di contesto, sempre premendo il tasto Applicazioni, o Shift+F10. Se il messaggio e' stato mandato in formato "testo normale", le voci saranno:
Copia;
Salva immagine con nome;
Salva sfondo con nome;
Seleziona tutto.
Le voci sono sempre le stesse che abbiamo incontrato prima? Evidentemente no.
Da questo esperimento possiamo percio' concludere che tutti i menu' sono dinamici e contestuali, cioe' cambiano a seconda del "contesto in cui ci troviamo (fuori di un messaggio o al suo interno), e a seconda che la mail sia in formato "testo normale" oppure in Html.
A voi, adesso, la possibilita' di provare a scorrere le voci del menu' a tendina di O'E. (tasto Alt e frecce direzionali), sia selezionando un messaggio dell'elenco con la freccia, sia all'interno di una mail. Le voci sono le stesse o cambiano?

Nella prossima lezione prenderemo in considerazione l'invio e la ricezione dei messaggi.

Errata corrige:

In merito al contenuto della lezione 1 del corso O.E., preciso che la cartella "posta eliminata" contiene i messaggi che avremo cancellato, premendo il tasto Canc.
Ho gia' provveduto a correggere il documento, che mettero' a disposizione di chi lo desidera, al termine del corso. Saluti.
Paola Vagata

Lezione 2 - Come inviare e ricevere messaggi

Questa volta vedremo come si inviano e siricevono messaggi di posta.
Cominciamo provando a mandare un messaggio ad una persona, di cui naturalmente conosciamo l'indirizzo di posta elettronica (o indirizzo e-mail).
Per prima cosa c'e' da dire che Outlook Express ha bisogno di alcune informazioni: indirizzo del destinatario, altri eventuali indirizzi a cui mandare la mail "per conoscenza" (in "Copia Carbone", e l'Oggetto del messaggio, proprio come se dovessimo scrivere una lettera ufficiale. Ma non preoccupatevi: sara' il programma stesso a chiederci via via le informazioni che gli servono, guidandoci passo passo.
1) Premiamo Alt (menu' File), poi scendiamo con la freccia su Nuovo e, visto che vi e' un sottomenu' al suo interno, premiamo Invio. A questo punto avremo due voci, raggiungibili con le frecce verticali: "Messaggio di posta" e "Messaggio delle news". Visto che vogliamo inviare un messaggio di posta, premiamo Invio appunto sulla voce "Messaggio di posta". Da notare che per inviare un nuovo messaggio si puo' anche premere, senza passare dal menu', la combinazione Control+N (N come Nuovo).
2) Adesso dobbiamo compilare i vari campi del messaggio. Nel primo, che porta la scritta "A", dovremo digitare l'indirizzo di posta del destinatario (la persona a cui vogliamo mandare il messaggio). Esempio: mario.rossi@libero.it.
Spostiamoci con Tab ed avremo il campo CC ("Copia Carbone), in cui, se lo riteniamo necessario, possiamo inserire altri indirizzi di posta a cui inviiare il messaggio, per conoscenza. Se gli indirizzi sono piu' di uno, scriviamoli separandoli col segno ; (punto e virgola). esempio: mario.rossi@libero.it;mario.rossi@email.it.
Con Tab andiamo poi nel campo "Oggetto", in cui scriveremo, appunto, l'oggetto del messaggio, cioe', brevemente, di cosa vogliamo parlare (esempio: se vogliamo inviare una mail di saluto, l'oggetto potrebbe essere "un saluto".
Premendo ancora Tab ci troveremo poi nella finestra di testo, in cui possiamo scrivere il nostro messaggio completo.
3) Una volta scritto, se non siamo collegati ad Internet, per accodarlo (cioe' prepararlo per la spedizione), premiamo Alt (menu' File) e scendiamo con la freccia fino alla voce "Invia in seguito" e diamo Invio. Alla richiesta di conferma del programma, ("invia posta"), rispondiamo ancora con Invio.
4) In quale cartella e' andato a finire il nostro messaggio? Verifichiamolo subito. Premiamo Tab fino a trovarci nell'albero delle cartelle; spostiamoci con le frecce verticali su "posta in uscita" e premiamo Tab: ed ecco la nostra mail! Con Invio la si puo' anche aprire e modificare.
5) Vogliamo adesso inviare il nostro messaggio e ricevere altri messaggi, se li abbiamo, dalla nostra casella di posta? Attiviamo il menu' con Alt e andiamo verso destra fino alla voce "Strumenti" e, con la freccia, scendiamo su "Invia e ricevi, poi premiamo Invio. La prima voce che ci appare e' "Invia e ricevi tutti", e come possiamo notare, Outlook Express ci suggerisce anche un comando rapido, da attivare in futuro senza passare attraverso il menu' (Control+M).
Premiamo Invio e veniamo invitati ad effettuare la connessione, tramite la finestra dell'accesso remoto (Invio sul pulsante "Connetti". Una volta collegati alla nostra casella, con le frecce e con Tab possiamo controllare tutte le operazioni che Outlook Express sta compiendo. Qui si puo' scegliere anche di disconnettersi dopo l'invio e la ricezione dei messaggi, attivando la casella di controllo che porta la scritta "Disconnetti al termine dell'operazione".
6) Una volta che ci siamo disconnessi, vediamo dove sono stati dislocati i messaggi. Tutti quelli che abbiamo ricevuto verranno automaticamente collocati nella cartella "Posta in arrivo". Andiamo ora con Tab ancora nell'albero delle cartelle e, dopo esservisi posizionati con le frecce, premiamo Tab per osservarne il contenuto. In particolare, vi sono ancora messaggi nella posta in uscita? Se l'invio del nostro messaggio e' andato a buon fine, questa cartella sara' vuota ed il messaggio si trovera' nella cartella "Posta inviata". Se scorrendo l'elenco dei messaggi nelle varie cartelle vogliamo cancellarne qualcuno, perche' magari non ci interessa piu', posizioniamoci con le frecce sul messaggio da eliminare e premiamo il tasto Canc. Ora andiamo con Tab sull'albero delle cartelle, scorriamole con le frecce, come abbiamo imparato a fare, ed entriamo su ognuna di esse con Tab: dove saranno finiti i messaggi cancellati? Ovviamente nella cartella "Posta eliminata".

Nella prossima lezione prenderemo in considerazione le risposte e l'inoltro dei messaggi.

Lezione 3 - Risposte ed inoltro dei messaggi

In questa lezione impareremo a rispondere ai messaggi ricevuti e ad inoltrarli ad altro indirizzo.
Per cominciare, proviamo ad esplorare il menu' "messaggio", sia che ci troviamo nell'elenco delle mail ricevute, sia che siamo all'interno di una mail. Alcune delle voci ci saranno utili in questa lezione ed in futuro.
Premiamo quindi Alt, raggiungiamo con la freccia destra la voce "Messaggio" e, scendendo, troviamo le voci:
Nuovo messaggio (qui ci viene suggerita la combinazione rapida, Control+N);
Nuovo messaggio con (qui tramite un altro sottomenu' raggiungibile col tasto Invio, possiamo deciderne il tipo: edera, compleanno, annuncio formale, auguri ecc.);
Rispondi al mittente (combinazione rapida: Control+R);
Rispondi a tutti (combinazione rapida: Control+Shift+R);
Rispondi al newsgroup (Combinazione rapida: Control+G; questa voce e' disattivata, perche' ci troviamo attualmente nell'elenco dei messaggi di posta e non in quello delle news);
Inoltra (combinazione rapida: Control+F);
Inoltra come allegato;
Crea regola dal messaggio... (qui e' possibile creare le regole di posta elettronica, o filtri, di cui ci occuperemo nel corso avanzato);
Blocca mittente... (confermando questa opzione con Invio, l'indirizzo del mittente del messaggio su cui siamo posizionati verra' bloccato, per evitare, se lo desideriamo, di ricevere nella cartella "Posta in arrivo" le mail da quell'utente, le quali verranno automaticamente spostate nella cartella "posta eliminata");
Contrassegna messaggio;
Segui conversazione;
Ignora conversazione;
Combina e decodifica.
Rispondiamo ora ad un messaggio.
Dopo averlo letto, sempre rimanendo dentro al messaggio, attiviamo col tasto Alt il menu' a tendina e portiamoci con la freccia destra fino a Messaggio.
Scendiamo fino alla voce "Rispondi al mittente" e, come abbiamo gia' constatato, il programma ci suggerisce anche la combinazione di tasti da premere, senza dover passare dal menu' (control+R); scendendo ancora, avremo la voce "Rispondi a tutti", anche qui seguita dalla combinazione di tasti rapidi (Control+Shift+R). Voi mi chiederete: "E che differenza c'e' fra la dicitura "rispondi al mittente" e quella che si trova piu' sotto, "Rispondi a tutti"? Se riceviamo un messaggio da una persona che lo manda soltanto a noi (un solo messaggio destinato ad un solo indirizzo di posta elettronica), la voce da utilizzare per rispondere e' per forza "Rispondi al mittente" (Control+R). Ma potrebbe presentarsi il caso di qualcuno che manda un messaggio a piu' indirizzi di posta contemporaneamente. Qui ci troviamo di fronte a due scelte: o rispondiamo soltanto a chi ce lo ha inviato ("rispondi al mittente, o decidiamo di rispondere a tutti coloro che hanno ricevuto il messaggio compreso il mittente ("Rispondi a tutti".
Dopo aver digitato il comando di risposta al messaggio, se ne aprira' uno nuovo, che ha per oggetto lo stesso del messaggio a cui vogliamo rispondere, ma preceduto dalla sigla "re" (dall'inglese "Replay"=Risposta), oppure R. Facciamo un esempio pratico. Se ci e' stato inviato un messaggio che ha per oggetto "Come va'", quando risponderemo, l'oggetto della nostra risposta sara': "Re: come va'", oppure "R: Come va?". Il cursore si posiziona all'inizio del messaggio, lasciando una riga vuota, sotto la quale Outlook Express riporta le intestazioni della mail. Esempio:
-----Messaggio Originale-----
Da: "Pinco Pallino"
A: Mario Rossi
Data Invio: giovedi' 10 maggio 2001 17.24
Oggetto: Come va?
Poi avremo il nostro messaggio "quotato", cioe' riportato, ma per contraddistinguerlo, all'inizio di ogni riga viene inserito automaticamente il segno > (maggiore).
A questo punto potrebbero tornare utili alcuni suggerimenti per quotare al meglio i messaggi, intercalando brani di testo originale con le nostre parole di risposta.
1) Se rispondendo ad un messaggio desideriamo solo ringraziare, o dire che siamo d'accordo o che approviamo quello che il nostro interlocutore ci scrive, o ancora, non vogliamo riportare il contenuto della mail, cancelliamo l'intero messaggio originale, in questo modo: una volta col cursore all'inizio delle intestazioni, digitiamo Control+Shift+end per selezionare il testo dalla posizione del cursore fino alla fine, poi premiamo Canc. ;
2) Se intendiamo riportare una domanda che ci viene posta e sotto di essa vogliamo scrivere la nostra risposta, procediamo in questo modo: coi soliti comandi di Windows (shift+freccia giu'), cancelliamo le righe: "Messaggio Originale", "Da" (che contiene il mittente) e "A" (che contiene l'indirizzo a cui e' stato mandato il messaggio); scendiamo con la freccia in basso e, con Control+freccia destra, ci posizioniamo col cursore dopo la dicitura "data invio:" e premiamo Invio, risaliamo alla riga superiore, quella appunto che riporta la scritta "Data Invio:", la selezioniamo con Shift+freccia giu' e premiamo il tasto Canc per cancellarla; ci troveremo ora con una riga che contiene le informazioni riguardanti giorno e ora di invio del messaggio; alla fine della riga possiamo aggiungere a mano qualcosa come "Giuseppe Ferrari ha scritto:". Ecco un esempio pratico:
giovedi' 10 maggio 2001 17.35 Giuseppe Ferrari ha scritto:".
Rimane ora da selezionare la riga che contiene l'oggetto e cancellarla. Una volta fatto questo, quotiamo, cioe' riportiamo, soltanto la domanda a cui vogliamo rispondere (sarebbe meglio riportare tre righe al massimo di messaggio originale), quindi scriviamo sotto la nostra risposta).
3) Naturalmente e' possibile anche inserire la risposta fra le righe del messaggio del destinatario, avendo pero' l'accortezza di lasciare una riga vuota fra le righe relative al messaggio originale e quelle di risposta. Da notare che quando rispondiamo ad un messaggio, l'indirizzo del destinatario verra' automaticamente aggiunto alla rubrica di O.E..
Nelle risposte ai messaggi, se siamo iscritti a delle mailing list, potrebbe presentarsi un problema, in quanto alcune di esse sono configurate in modo che le risposte vengano inviate automaticamente all'indirizzo della lista. Per rispondere privatamente ad un iscritto procediamo in questo modo:
1) Posizioniamoci con le frecce sul messaggio della persona a cui desideriamo rispondere, premiamo il tasto Applicazioni (oppure Alt+S, menu' Strumenti), scendiamo fino alla voce "Aggiungi il mittente alla rubrica" e confermiamo con Invio;
2) Apriamo il messaggio, digitiamo Control+R per rispondere e premiamo Shift+Tab fino a trovarci nel campo "A" (indirizzo del destinatario);
3) Con Backspace cancelliamo l'indirizzo della mailing list e scriviamo le prime lettere del nome della persona a cui vogliamo rispondere: Outlook Express completera' automaticamente le informazioni aggiungendo il relativo indirizzo.

Come inoltrare un messaggio.
Probabilmente avrete gia' letto messaggi con la sigla FW (forward), oppure I (Inoltro), seguita dall'oggetto del messaggio e, magari, una breve introduzione, con le parole: "Ti giro questo messaggio che forse potra' interessarti".
E' possibile infatti, oltre che rispondere ai messaggi, anche inoltrarli, cioe' inviarli, cosi' come li abbiamo ricevuti, ad altre persone di nostra conoscenza.
Per inoltrare un messaggio attiviamo il menu' col tasto Alt, poi freccia a destra fino a Messaggio, quindi scendiamo fino alla voce Inoltra che porta, come abbiamo gia' accennato, anche il comando rapido (control+F, F come Forward). In questo modo, l'oggetto sara' preceduto dalla sigla FW oppure I e, come nell'opzione di risposta, il cursore si posiziona su una riga vuota, in cui poter scrivere una nostra breve introduzione, seguita appunto dal messaggio da inoltrare, comprese naturalmente le relative intestazioni.

Nella prossima lezione, l'ultima del corso base, vedremo come salvare gli allegati, come inviare i messaggi con allegati e come inserire un testo da file all'interno di un messaggio.

Lezione 4 - Come inserire e salvare allegati - Come inserire file di testo in un messaggio

In questa lezione impareremo ad inserire allegati in un messaggio.
Per "Allegato" si intende un file di qualunque formato (programma, documento, file compresso, file midi o quant'altro) da allegare al messaggio, in modo da inserirlo in un messaggio che vogliamo spedire o salvarlo nel disco fisso del nostro computer, qualora lo riceviamo.
Poniamo di avere un file zippato (cioe' compresso con Winzip), contenente una serie di documenti, che intendiamo inviare ad un nostro amico. Creeremo un nuovo messaggio, come abbiamo gia' imparato, scrivendo magari nel corpo che invieremo il file in allegato. Per inserirlo, attiviamo il menu con Alt, poi a destra fino alla voce "Inserisci, poi con freccia giu' andiamo su "Allegato e diamo Invio. Qui ci si aprira' una finestra di testo in cui scriveremo il nome del file, con estensione, preceduto dal suo percorso (la cartella in cui si trova fisicamente (ad esempio c:\documenti\scritti.zip, che confermeremo con Invio. Se conosciamo la cartella, ma non ricordiamo il nome esatto del file, possiamo premere Tab fino alla voce "cerca in e con le frecce selezioniamo il drive in cui Outlook Express deve cercare (Floppy, C oppure altre unita' che abbiamo installato nella nostra macchina). Con Tab andiamo sull'elenco delle cartelle; scegliamo con le frecce quella che ci interessa e premiamo Invio, poi sempre con le frecce scegliamo il file da allegare e con Tab ci spostiamo sul pulsante "Allega", e clicchiamo con la barra spaziatrice. A questo punto il messaggio e' pronto per essere accodato. Se gli allegati che intendiamo inviare dovessero essere piu' di uno, ripetiamo la procedura, naturalmente, tante volte quanti saranno i file da inserire nel messaggio.

E se ci arriva un allegato?
Quando apriamo un messaggio, attiviamo il menu' e, se c'e' un allegato, potremo leggere l'opzione "Salva Allegati", seguita da tre punti, che ci indica che sono presenti allegati. Confermiamo con Invio e potremo leggere il nome del file allegato. Se premiamo ancora Invio, questo verra' salvato nella cartella di default (desktop), ma se vogliamo salvarlo in un'altra cartella, spostiamoci con Tab e, nella finestra di testo, possiamo scrivere direttamente il nome della cartella, preceduto dalla lettera che indica il drive (Esempi: c:\documenti, oppure A:, se vogliamo salvarlo nel floppy). Esiste anche il pulsante Sfoglia, raggiungibile con Tab, (vi cliccheremo con la barra spaziatrice), che permette di scegliere addirittura la cartella in cui salvare l'allegato. Continuiamo ad esplorare le diverse possibilita' di salvataggio spostandoci sempre con Tab e troveremo anche il pulsante "Seleziona tutto", che consente, qualora il messaggio contenesse piu' di un allegato, di selezionarli tutti insieme. Con Tab ci porteremo poi sul pulsante Salva, clicchiamo e gli allegati verranno salvati sul nostro PC.

Inseriamo testi da file.
Puo' capitare spesso di voler incollare il contenuto di un file di testo nel corpo di un messaggio. Innanzitutto diciamo che il file di testo deve avere come estensione .txt. Questa operazione si esegue attivando sempre con Alt il menu', freccia destra fino a "Inserisci" (si puo' anche digitare direttamente la combinazione Alt+I), freccia giu' fino a "testo da file" (oppure premiamo la lettera T, appunto come "Testo da file", e Invio. Nella finestra di testo, poi, scriviamo il nome del file, completo di estensione, preceduto da drive e cartella in cui si trova (esempio: c:\documenti\prova.txt). Anche qui, spostandoci con Tab, vi e' la possibilita' di cercare il file da inserire nelle varie cartelle. Una volta trovato il file, con Tab raggiungiamo il pulsante Apri, clicchiamo con Spazio e troveremo il contenuto del file di testo che, in questo caso, sara' considerato come parte integrante del messaggio.

Questa e' l'ultima lezione del corso base. Nel ringraziarvi per l'attenzione, vi comunico che il corso avanzato comincera' nel mese di settembre.

Lezione 5 - Un altro modo per aprire Outlook Express - Come inviare un file, come allegato, da Esplora Risorse o da Microsoft word - Cos'e' la Copia Carbone Nascosta

Anche da Internet Explorer e' possibile aprire Outlook Express. Per farlo, andiamo nel menu' Strumenti (alt+S), poi scendiamo fino alla voce "Posta elettronica e news", che confermeremo con Invio, visto che si tratta di un sottomenu'. A questo punto ci apparira' la voce "Leggi posta"; con Invio si aprira' Outlook Express e ci troveremo nella cartella Posta in arrivo. Questa maniera di aprire O.E. risulta comoda perche' consente, mentre ad esempio stiamo navigando, di leggere la posta.

Proviamo adesso ad inviare files in modi diversi. Sapevate che si puo' inviare un file come allegato, anche a partire da "Esplora Risorse", o "Risorse del computer?" Vediamo come.
Da "Risorse del computer" o Esplora risorse", portiamoci nel drive che ci interessa e nella cartella in cui abbiamo il file da inviare. Dopo averlo selezionato con le frecce, premiamo il tasto "Applicazioni e con la freccia scendiamo sulla voce "Destinatario posta", confermando quest'ultima con Invio. Si aprira' O.E. con un nuovo messaggio, che avra' come allegato il file che vogliamo mandare.
Possiamo inviare un documento anche dall'interno di Microsoft Word. Addirittura, abbiamo la possibilita', con Word, di scegliere di spedire un documento come allegato oppure di inserirlo in un messaggio, come testo. Per scegliere fra queste due modalita', dobbiamo andare nel menu' Strumenti (Alt+S), e digitare la lettera O di Opzioni. Nella pagina tabulata che ci apparira', sceglieremo la scheda "Standard" e, con Tab, attiveremo o disattiveremo, a seconda delle necessita', la voce "Invia Messaggi posta elettronica come allegati"; poi confermiamo andando con Tab su OK e cliccando con Invio o Spazio. A questo punto, per inviare il documento, premiamo Alt e ci troveremo subito nel menu' File; scendiamo con la freccia su "Invia a" e premiamo Invio; Scegliamo con le frecce la voce "Posta elettronica" e, dopo aver confermato con Invio, ci si aprira' un nuovo messaggio col documento che abbiamo scritto, come allegato o all'interno del messaggio, a seconda della scelta che abbiamo fatto in precedenza.

Avrete senz'altro sentito parlare, o lo avete visto nel programma di posta, le sigle CCN (Copia Carbone Nascosta) o BCC (Blind Carbon Copy). Ma di cosa si tratta, in pratica? Spesso abbiamo la necessita' di mandare una mail a piu' persone, senza renderne visibili gli indirizzi. Per far questo dobbiamo attivare in Outlook Express, se non lo abbiamo gia' fatto, la visualizzazione di tutte le intestazioni, in modo che, quando prepareremo il messaggio, ci apparira' anche il campo CCN. Lo si puo' fare in due modi:
1) Dopo aver digitato Control+N, premiamo Alt+B, poi con Tab ci spostiamo fino al campo CCN, in cui scriveremo gli indirizzi a cui vogliamo mandare il messaggio;
2) Dall'interno di un nuovo messaggio, premiamo Alt, freccia destra fino a Visualizza (possiamo digitare anche direttamente Alt+V), poi scendiamo fino alla voce "Tutte le intestazioni" e premiamo Invio.
Le procedure descritte sopra vanno eseguite una sola volta, perche' le intestazioni rimarranno sempre visualizzate.
Se il messaggio e' stato inviato correttamente, chi lo riceve si vedra', nel campo A, la scritta ""Nessuno", oppure "Undisclosed recipient", senza che appaiano, quindi, gli indirizzi dei destinatari.

Nella prossima lezione ci occuperemo delle cartelle di O.E, della creazione di una nuova cartella, di come spostare e copiare i messaggi in una cartella da noi creata.

Lezione 6 - Parliamo di cartelle...

In questa lezione osserveremo la disposizione delle cartelle in O.E., impareremo a creare nuove cartelle, nonche' a spostare e copiare i messaggi nelle varie cartelle.

Per prima cosa, diciamo che Outlook Express ha le cartelle organizzate un po' come il disco fisso del nostroPC. Posizioniamoci sull'elenco dei messaggi della posta in arrivo e, spostandoci con Tab due volte (oppure premendo shift+Tab una sola volta), ci troveremo nell'elenco delle cartelle. A partire da "cartelle locali", la cartella principale, abbiamo tutte le altre sottocartelle: posta in arrivo, posta in uscita, posta inviata, posta eliminata e Bozze. Per selezionare ciascuna cartella, possiamo farlo con le frecce verticali, oppure semplicemente premendo l'iniziale di quella desiderata, visto che qui le cartelle sono disposte ad albero. Se poi vogliamo leggere i messaggi contenuti nella cartella selezionata, con Tab ci apparira' l'elenco delle relative mail.
Se ci si posiziona sui messaggi di una delle cartelle citate sopra e si desidera crearne una nuova, questa diventera' una sottocartella di quella corrente. In pratica si segue lo stesso procedimento logico utilizzato per la disposizione delle cartelle in un disco.
Se ad esempio a partire dalla cartella "posta in arrivo" vogliamo crearne una nuova, procediamo come segue.
Premendo Alt (si intende sempre quello di sinistra), ci apparira' un menu' a tendina, come in tutte le applicazioni Windows, e ci troveremo subito nel menu' File, quello che ci interessa. Se scendiamo in giu' con la freccia, troveremo ad un certo punto la voce "Cartella", che contiene un sottomenu' al suo interno, quindi premiamo Invio. La prima voce che vedremo adesso e' "nuova", con l'indicazione dei tasti da premere per il comando rapido (Control+Shift+E), che ci sara' utile per eseguire questa operazione, in futuro, senza passare attraverso il menu'. Se diamo invio, ci verra' chiesto il nome della cartella e, dopo averlo scritto, confermiamo di nuovo con Invio, oppure ci portiamo ancora con Tab fino al pulsante OK e clicchiamo con Spazio. La nuova cartella e' stata cosi' creata, quale sottocartella di "posta in arrivo". Se pero' vogliamo collocare la nuova cartella allo stesso livello di tutte le altre, cioe' come sottocartella di "cartelle locali", si dovra' seguire lo stesso procedimento descritto sopra, ma raggiungendo con Tab l'albero delle cartelle e posizionandosi con le frecce, appunto, su "Cartelle locali".
Ma come collocare tutti i messaggi che ci interessano nelle cartelle create da noi?
Prima dobbiamo selezionarli, come si fa normalmente nelle applicazioni di Windows, (se si tratta di un solo messaggio, basta posizionarvisi sopra con le frecce verticali, altrimenti si utilizzeranno i comandi di selezione: shift premuto piu' freccia giu' se i messaggi sono consecutivi, Control premuto e barra spaziatrice per selezionarli, qualora non fossero vicini fra loro). Se intendiamo semplicemente copiarli, dobbiamo andare nel menu' Modifica (alt, poi freccia destra, oppure Alt+M), e scendere fino a Copia nella cartella e premere Invio. A questo punto ci si aprira' l'albero delle cartelle e bastera' digitare sulla tastiera la lettera iniziale del nome di quella desiderata; una volta accertati che si tratti della cartella giusta, premiamo Invio.
Sempre nel menu' Modifica, scendendo con la freccia troviamo il comando "sposta nella cartella", e stavolta ci sara' anche l'indicazione del comando da tastiera (control+shift+V). Ci verra' chiesto di spostare i messaggi nella cartella desiderata e si seguira' la stessa procedura sopra descritta, con la differenza che non vi sara' piu' una copia delle mail nella posta in arrivo.
Vediamo adesso un altro modo per spostare e copiare i messaggi in altre cartelle.
Proviamo a portarci nell'elenco della posta in arrivo e selezioniamo un messaggio con una delle frecce verticali. A questo punto premiamo il tasto "Applicazioni", oppure la combinazione di tasti Shift+F10, e ci troveremo nel "menu' di contesto", che ci permette di compiere le principali operazioni su un messaggio.
Scorriamo, scendendo con la freccia, le voci di questo menu':
Apri
Stampa
Rispondi al mittente
Rispondi a tutti
Inoltra
Inoltra come allegato
Segna come gia' letto
Segna come da leggere
Sposta nella cartella...
Copia nella cartella...
Elimina
Aggiungi il mittente alla rubrica
Proprieta'
Come avrete certamente notato, dopo le voci "Sposta nella cartella" e "Copia nella cartella" vi sono dei puntini, che indicano che queste voci hanno un sottomenu' al loro interno.
Proviamo insieme a spostare un messaggio in un'altra cartella, premendo Invio sulla relativa voce. Verremo invitati dal programma, tramite il solito menu' di dialogo, a scegliere dall'albero, fra quelle disponibili, la cartella in cui vogliamo collocare la mail e, dopo aver confermato la scelta con Invio, il messaggio verra' spostato. Se pero' la cartella non esiste, ci sposteremo con Tab fino al pulsante "Nuova cartella", e ci cliccheremo con spazio; avremo ora la possibilita' di crearla sul momento; dopo averne scritto il nome, con Tab cercheremo il pulsante OK e ci cliccheremo con Spazio: la cartella verra' creata; ancora con Tab raggiungiamo il pulsante OK e clicchiamo ancora con Spazio: stavolta il messaggio verra' spostato nella nuova cartella.
Lo stesso procedimento si potra' seguire per copiare mail in altre cartelle.
Naturalmente, anche utilizzando il tasto Applicazioni o il menu' di contesto, e' possibile compiere le operazioni sopra descritte su piu' messaggi, utilizzando i tasti classici di selezione (shift, Control e frecce).

Nella prossima lezione ci occuperemo dei "Filtri", o "Regole di posta", che consentono di far svolgere ad Outlook Express, in automatico, alcune operazioni, dopo l'arrivo dei messaggi.

Lezione 7 - Regole di posta elettronica

In questa lezione ci occuperemo della creazione delle regole di posta elettronica. Le regole di posta permettono di compiere alcune operazioni sui messaggi in maniera automatica, facendoci risparmiare un sacco di tempo. Per esempio, possiamo dire ad Outlook Express di spostare tutti i messaggi provenienti da un dato indirizzo, o contenenti una certa stringa nell'oggetto, in una cartella specificata, inoltrarli ad altro indirizzo, cancellarli e cosi' via.
Ma entriamo ad esplorare da vicino le possibilita' offerte dal programma per la creazione di regole di posta elettronica, o "filtri".
Per prima cosa, portiamoci nel menu' Strumenti (tasto Alt, poi a destra fino a "Strumenti", oppure premiamo la combinazione di tasti Alt+S), scendiamo su Regole Messaggi e premiamo Invio. Qui abbiamo altre voci: Posta elettronica, News e Elenco mittenti bloccati (da qui si puo' decidere di bloccare un mittente, cioe' di cancellare automaticamente, spostandoli nella cartella Posta eliminata, i messaggi provenienti da un indirizzo di una persona da cui non desideriamo ricevere messaggi). Occupiamoci ora specificamente delle regole di posta elettronica, confermando la relativa voce con Invio.
Se non abbiamo creato nessuna regola, ci appare il pulsante Nuova, altrimenti vedremo l'elenco delle regole da noi create in precedenza. Nel caso in cui avessimo l'elenco, se ci spostiamo con Tab, avremo i seguenti pulsanti:
Nuova (che permette di creare una nuova regola);
Modifica (che consente di modificare una regola gia' esistente, dopo esservisi posizionati con la freccia;
Copia;
Rimuovi;
Applica (che permette di applicare la regola ad una cartella da noi scelta);
Sposta su;
Sposta giu';
Descrizione regola;
OK;
Annulla.
Proviamo a creare una regola e decidiamo, per esempio, di spostare tutti i messaggi aventi per oggetto la stringa "uictech" in una cartella appositamente creata in precedenza, che avremo denominato, per esempio "Uictech".
1) Con Tab, raggiungiamo il pulsante Nuova e clicchiamo con la barra spaziatrice;
2) In questa seconda fase dovremo riempire quattro campi: Criteri, Azioni, Descrizione, Nome regola. Vediamoli e compiliamoli, uno per uno:
3) Nel campo relativo ai criteri, abbiamo a disposizione diverse possibilita' di scelta, selezionabili con la barra spaziatrice. Scorriamole con le frecce verticali:
a) In cui la casella Da contiene contatti (per "Contatto" si intende un indirizzo di posta elettronica);
b) in cui la casella Oggetto contiene parole specifiche (nel caso della nostra regola, questa voce andra' selezionata con lo spazio);
c) In cui il corpo del messaggio contiene parole specifiche;
d) In cui la casella A contiene contatti;
e) In cui la casella CC contiene contatti;
f) In cui la casella A o CC contiene contatti (qui e' possibile compiere azioni sui messaggi i cui indirizzi siano nel campo A o nel campo CC);
g) In cui il messaggio e' contrassegnato con priorita';
h) In cui il messaggio e' stato inviato dall'account specificato;
i) In cui la dimensione del messaggio e' maggiore di dimensione;
j) In cui il messaggio contiene allegati;
k) In cui il messaggio e' protetto;
l) Per tutti i messaggi.
3) Dopo aver selezionato il criterio secondo cui vogliamo far agire la regola, con Tab ci porteremo sul secondo campo, quello delle azioni. Esploriamo insieme, scorrendole con la freccia giu', le diverse possibilita':
a) Sposta il messaggio nella cartella specificata;
b) Copia il messaggio nella cartella specificata (in questo caso una copia del messaggio rimane comunque nella cartella "Posta in arrivo);
c) Elimina il messaggio (la mail viene spostata nella cartella "Posta eliminata";
d) Inoltra il messaggio ai seguenti contatti;
e) Evidenzia il messaggio con il colore;
f) Contrassegna il messaggio;
g) Segna come gia' letto;
h) Segna il messaggio come controllato o ignorato;
i) Rispondi con il messaggio (qui si ha la possibilita' di rispondere ad una data persona con un messaggio automatico, da noi preventivamente preparato);
j) Interrompi l'elaborazione di ulteriori regole;
k) Non scaricare il messaggio dal server;
l) Elimina il messaggio dal server.
Nella regola che stiamo creando, l'azione da attivare con la barra spaziatrice e' "In cui la casella oggetto contiene parole specifiche".
4) Con Tab andiamo adesso a compilare il terzo campo: "Descrizione regola".
Scorriamo coi vari tasti dedicati all'esplorazione dello schermo fino alla dicitura "In cui la casella Oggetto contiene parole specifiche" e clicchiamo con il tasto corrispondente al pulsante sinistro del mouse sulla lettera P di "Parole". Qui avremo una finestra di testo in cui scrivere la stringa che dovra' comparire nell'oggetto (uictech); quindi con Tab ci porteremo su "Aggiungi" e cliccheremo con Spazio; ancora con Tab andiamo su OK e clicchiamo con Spazio. Ora dobbiamo indicare alla regola in quale cartella dovra' spostare i messaggi aventi per oggetto "uictech". Per far questo, sempre tramite i tasti di esplorazione dello schermo (che variano a seconda dello screen reader utilizzato), ci portiamo fino alla dicitura "Sposta il messaggio nella cartella specificata" e clicchiamo sulla S di Specificata col tasto che corrisponde al pulsante sinistro del mouse. A questo punto, con le frecce, o digitandone l'iniziale, possiamo scegliere la cartella in cui spostare i messaggi (in questo caso, quella che avremo chiamato Uictech). Con Tab portiamoci su OK e clicchiamo con Spazio.
5) Nel campo numero 4, che raggiungeremo con Tab, avremo la possibilita' di dare un nome alla regola. Outlook Express ce ne presenta uno di default, ma possiamo cambiarlo, con i soliti comandi di editing. Clicchiamo poi su OK e la nostra regola e' pronta.
Per uscire, con Tab, raggiungiamo il pulsante OK e clicchiamo con Spazio. Se invece vogliamo creare un'altra regola, dobbiamo cliccare sulla voce "Nuova" e ripetere il procedimento descritto sopra, applicando i criteri a seconda della regola che vogliamo creare.

Nella prossima lezione vedremo come creare nuovi account ed identita'.

Lezione 8 - Creazione di nuovi account e identita'

Come espresso nel titolo, nelle tre lezioni che seguono vedremo come creare un nuovo account e una nuova identita'. Ma qual e' la differenza fra Account e identita'? Per Account si intende l'insieme di informazioni necessarie ad un programma di posta per consentire l'invio e la ricezione dei messaggi di una casella di posta elettronica. L'identita', invece, e' un'istanza (come una copia) di Outlook Express, in cui inserire piu' account di posta. La creazione di una nuova identita' nasce dall'esigenza di far lavorare piu' persone in uno stesso computer; ogni identita', infatti, puo' essere protetta da password, in maniera che soltanto l'interessato possa accedervi.
In questa lezione vedremo come aggiungere un account; nella prossima andremo ad analizzare la pagina tabulata relativa alle proprieta' di un account, mentre nella lezione 10 parleremo delle identita'.
Possiamo invece aver bisogno di creare nuovi account, specialmente da quando sono nati i provider gratuiti, per vari motivi. Per esempio, possiamo decidere di riservare una casella per la corrispondenza privata, un'altra per i messaggi dalle mailing list ed una terza per farci mandare eventuali allegati.
Proviamo adesso a creare un account, supponendo che l'indirizzo di posta elettronica sia giuseppe.bianchi@libero.it Naturalmente, lo rammento, dobbiamo aver prima effettuato la registrazione al provider e dobbiamo essere in possesso di tutte le informazioni riguardanti il Pop3 e l'Smtp del provider in questione.
Procediamo.
1) Andiamo nel menu' Strumenti, poi con la freccia scendiamo sulla voce "Account" e confermiamo con Invio, oppure digitiamo semplicemente la lettera A (come "Account" appunto); in questo caso non e' necessario confermare con Invio;
2) Qui troveremo elencati gli account che abbiamo configurato; per aggiungerne uno nuovo, con Tab spostiamoci sul pulsante "Aggiungi" e clicchiamo con Spazio;
3) Abbiamo ora la possibilita' di scegliere fra posta elettronica e news, ma trattandosi di posta elettronica, premiamo Invio sulla relativa voce;
4) Come primo passo, dobbiamo scrivere il cosiddetto "Nome visualizzato", o "Nome reale", quello che chi leggera' i nostri messaggi vedra' apparire; nel nostro caso, quindi, scriveremo Giuseppe Bianchi (attenzione: se il nome da visualizzare e' diverso da quello gia' presente, occorre cancellare il vecchio nome prima di scrivere quello nuovo);
5) Portiamoci con Tab sul pulsante "Avanti"" e clicchiamo sempre con Spazio;
6) Qui abbiamo la possibilita' di utilizzare l'indirizzo che ci e' stato fornito all'atto della registrazione al provider, oppure di effettuare un'iscrizione ad un nuovo account; troveremo gia' attivato il pulsante radio relativo all'opzione che ci interessa ("Utilizza l'indirizzo gia' disponibile); con Tab, dopo aver cancellato l'indirizzo presente in quel momento, scriviamo quello relativo alla casella da aggiungere (giuseppe.bianchi@libero.it); spostiamoci con Tab fino al pulsante Avanti e clicchiamo, sempre con la barra spaziatrice;
7) Ci verra' chiesto adesso di inserire il pop3, cioe' il server della posta in arrivo (nel nostro esempio: popmail.libero.it); con Tab, ci porteremo poi nel campo in cui dovremo inserire il server della posta in uscita, o Smtp, che dovra' essere quello del provider da cui effettuiamo la connessione (nel caso di Libero, sara': mail.libero.it, ma puo' essere diverso a seconda del provider con cui ci si connette); con Tab portiamoci poi sul pulsante Avanti e clicchiamo ancora;
8) Scriviamo adesso il nome account (in questo caso, lo troveremo gia' scritto: giuseppe.bianchi); con Tab andiamo a scrivere la nostra password nel relativo campo; spostiamoci ancora con Tab e ci troveremo gia' attivata la casella di controllo relativa alla memorizzazione della password ("Memorizza password"), in modo che Outlook Express non ce la chieda tutte le volte che andremo per ritirare la posta; con Tab, poi, troveremo una voce, "Accesso tramite autenticazione password di protezione", la cui casella di controllo, nella maggior parte dei casi, deve essere disattivata (alcuni provider, come ad esempio Email, ne vogliono l'attivazione, ma tutto questo verra' specificato durante la registrazione al servizio); andiamo a raggiungere con Tab il pulsante Avanti, e li' cliccheremo;
9) Tutte le informazioni sono state inserite, quindi cliccheremo sul pulsante Fine;
Nota: per i provider che richiedono l'autenticazione della password, bisogna andare ad attivare un'altra casella di controllo, e procederemo in questo modo:
a) Dopo aver cliccato sul pulsante "Fine", andiamo a cliccare sul pulsante "Proprieta', raggiungibile con Tab;
b) Nella pagina tabulata che ci si presentera', portiamoci sulla sottopagina "Server e, con Tab, andremo ad attivare la casella di controllo relativa alla voce "Autenticazione del server necessaria";
10) Dopo aver eseguito tutte le operazioni, con Tab troviamo i seguenti pulsanti: Predefinito (se clicchiamo qui con Spazio, l'account diventera' "predefinito", cioe' "principale; appena si andra' a scrivere un nuovo messaggio, ci apparira' automaticamente l'indirizzo dell'account predefinito), Importa (da cui e' possibile importare gli account precedentemente salvati su dischetto o su altra parte del disco fisso), esporta (che permette di salvare gli account su floppy o su altra directory), e "Chiudi"; clicchiamoci con Spazio e torneremo nell'elenco della posta in arrivo.

Nella prossima lezione prenderemo in esame le proprieta' di un account.

Lezione 9 - Le proprieta' di un Account

Oggi proviamo a prendere in esame la pagina tabulata relativa alle proprieta' di un account. Dal menu' Strumenti/Account, dopo aver selezionato con le frecce il nome dell'account che ci interessa, possiamo spostarci con Tab sulla voce "Proprieta' e cliccare con Spazio. Con shift+tab andiamo all'inizio della pagina e poi scorriamo, una per una, le sottopagine con le frecce:
Generale
Server
Connessione
Protezione
Impostazioni avanzate.
Torniamo ora a sinistra con la freccia, fino a "Generale", per scorrere ogni singola sottopagina ed esplorarne il contenuto. Naturalmente le varie sottopagine si selezionano con le frecce orizzontali, mentre le singole voci di ciascuna sottopagina si scorrono con Tab.
1) Generale
a) Inserire il nome di riferimento per i server (qui il programma inserisce automaticamente, per default, il pop3 dell'account che stiamo prendendo in esame, come ad esempio, nel caso di un indirizzo e-mail con Libero, popmail.libero.it, ma si puo' anche cambiare questo nome, sostituendolo con uno a nostro piacere, come "Ufficio", o "Casa" ecc.);
b) Nome (qui vedremo scritto il nome reale, o nome visualizzato, che potremo cambiare in qualsiasi momento;
c) Societa';
d) Posta elettronica (in questo campo c'e' l'indirizzo di posta elettronica relativo all'account che si sta esaminando);
e) Indirizzo per risposte (qui volendo si puo' indicare un altro indirizzo a nostra scelta, se lo abbiamo, a cui far giungere le risposte ai messaggi che spediamo);
f) Includi l'account alla ricezione e sincronizzazione dei messaggi (la casella di controllo qui e' attivata per default, in modo che quando ci si connette, O.E. andra' ad inviare e scaricare automaticamente i messaggi dall'account; se disattiviamo questa casella di controllo, la ricezione/sincronizzazione dei messaggi non avviene automaticamente, ma la possiamo eseguire solo manualmente);
Con Tab, poi, troveremo i pulsanti ok ed annulla, quindi ci troveremo al punto di partenza.
Con la freccia destra, procediamo con l'osservazione della sottopagina successiva.
2) Server
a) Il server della posta in arrivo e': pop3 (che gia' troviamo scritto;
b) Posta in arrivo (pop3 del provider);
c) Posta in uscita (smtp del provider con cui effettuiamo la connessione);
d) Nome account;
e) Password;
f) Memorizza password (la casella di controllo relativa a questa voce e' attivata per default);
g) Accesso tramite autenticazione password di protezione (generalmente la relativa casella di controllo e' disattivata);
h) Autenticazione del server necessaria (da attivare solo se specificato dal provider).
Premiamo tre volte Tab, per andare di nuovo all'inizio della pagina tabulata e, con la freccia destra andiamo ad esaminare la pagina della "Connessione (ricordiamoci sempre di scorrere le voci delle varie sottopagine, quelle per intenderci contrassegnate dalle lettere minuscole, con Tab).
3) Connessione
a) Connetti sempre all'account utilizzando (generalmente questa voce ha la casella di controllo disattivata; se la si attiva, c'e' la possibilita' di scegliere la connessione da utilizzare specificamente per l'account in esame;
Il pulsante OK ci dice che la sottopagina e' finita, quindi ci portiamo all'inizio ed esaminiamo la prossima pagina.
4) Protezione
Le voci presenti in questa pagina permettono di verificare, tramite appositi certificati digitali , l'autenticita' delle e-mail;
5) Impostazioni avanzate
a) Numeri di porta del server - Posta in uscita (smtp): 25;
b) Il server necessita di una connessione protetta (la casella di controllo di questa voce e' disattivata);
c) Posta in arrivo: 110 (e' il numero della porta relativo, appunto, alla posta in arrivo);
d) Il server necessita di una connessione protetta (anche questa voce ha la casella di controllo disattivata);
e) Numeri di porta del server, timeout del server (si dice che il server "va in Timeout" quando non riesce a connettersi entro un certo tempo, quindi il programma interrompe la connessione al server; con le frecce orizzontali, si ha modo di scegliere fra varie percentuali e per default il "timeout" e' selezionato all'11%);
f) Dividi i messaggi superiori a (normalmente la casella di controllo relativa a questa voce e' disattivata; se la si attiva, spostandosi con Tab si possono indicare le dimensioni oltre le quali O.E. deve dividere i messaggi;
g) Conserva una copia dei messaggi sul server (anche in questo caso, la casella di controllo per default e' disattivata; se la attiviamo, con Tab si puo' decidere dopo quanti giorni il programma deve cancellare i nostri messaggi dal server, nonche' decidere di rimuoverli dopo l'eliminazione dalla cartella "Posta eliminata");
Seguono poi, sempre spostandosi con Tab, i pulsanti OK, Annullae Applica.

Nella prossima lezione vedremo come creare una nuova identita' e come gestire le identita'.

Lezione 10 - Creazione e gestione di più identità

Ci occuperemo oggi delle Identita' di Outlook Express; vedremo come creare una identita' e come gestire le varie identita'.
In sostanza, una identita' non e' altro che una istanza, una copia, del programma, che ha le sue cartelle, una propria rubrica ecc.. Ogni identita' puo' essere protetta da una password, in modo tale da permettere a persone diverse di lavorare su uno stesso computer, gestendo i propri messaggi di posta in totale riservatezza.
Outlook Express per default apre una identita' che chiama "Identita' principale". Per crearne una nuova, procediamo in questo modo:
1) Attiviamo il menu' File, premendo Alt;
2) Scendiamo con la freccia fino alla voce "Identita'" che dovremo confermare con Invio;
3) Qui ci troviamo di fronte ad un altro menu' con due voci: "Gestione identita'" e "Aggiungi nuova identita'"; la prima voce che ci si presenta e' appunto quella che ci interessa, ("Aggiungi nuova identita'), che confermeremo con Invio;
4) A questo punto dovremo scrivere, nella finestra di testo relativa al "Nome dell'utente", il nome che vogliamo dare alla nostra identita' (poniamo, "Prova";
5) Con Tab, ci porteremo sull'opzione denominata "Richiedi password"; la casella di controllo relativa a questa voce e' disattivata, ma se la attiviamo con Spazio e poi ci spostiamo con Tab, possiamo digitare una password a nostro piacere, allo scopo di proteggere l'identita';
6) Spostandoci ancora con Tab troviamo i pulsanti: ? (punto di domanda, che permette di chiedere ulteriori spiegazioni), OK, Annulla;
7) Se clicchiamo con Spazio su OK, ci apparira' una finestra di dialogo che conferma che e' stata aggiunta la nuova identita' e chiede di passarci ("Identita' aggiunta; passare all'identita' "Prova"; se intendiamo passare a "Prova", clicchiamo sul pulsante "Si'" e vediamo cosa succede;
8) Naturalmente la nuova identita' e' ancora priva delle informazioni essenziali per poter essere utilizzata; per poterle fornire queste informazioni, avremo due possibilita', selezionabili attivando, con le frecce, uno dei due pulsanti radio (("Utilizza un account per la posta elettronica esistente" e "Crea un nuovo account per la posta Internet"; se abbiamo installato altri mailer di posta elettronica, O.E. ci chiede se vogliamo utilizzare account di posta gia' esistenti e permette di selezionare, con le frecce, i programmi da cui eventualmente prelevare le informazioni relative ai nostri account;
9) Se desideriamo creare un nuovo account di posta, dopo avere naturalmente attivato il relativo pulsante radio ("crea un nuovo account per la posta Internet; Vedi punto 8), ci spostiamo con Tab su Avanti e clicchiamo ancora con Spazio;
10) A questo punto, saremo invitati dal programma ad eseguire una procedura analoga a quella seguita per creare un nuovo account di posta;
11) Terminata la procedura, avremo la possibilita' di importare cartelle e messaggi da un eventuale altro mailer di posta, oppure dalla messaggistica di Outlook o Windows (i programmi sono selezionabili con le frecce), ma si puo' anche attivare il pulsante radio che indica "non importare adesso"; fatta la nostra scelta, clicchiamo sul pulsante Avanti, raggiungibile con Tab;
12) Clicchiamo poi sul pulsante "Fine" e la nostra identita' sara' pronta per essere utilizzata.
N.B.: Naturalmente, la prima volta, la nuova identita' ci apparira' con l'aspetto di una pagina web; per i vari settaggi, ci si puo' riferire alla lezione 1 di questo corso.

Dalla prossima lezione ci occuperemo del menu' "Visualizza" e, di conseguenza, delle varie possibilita' di visualizzare e ordinare i messaggi di posta con O.E.

Lezione 11 - Come visualizzare e ordinare i messaggi

In questa lezione e nella prossima prenderemo in esame il menu' "Visualizza" di Outlook Express.
Attraverso questo menu' e' possibile effettuare diverse operazioni, quali ad esempio, decidere se visualizzare tutti i messaggi o nascondere quelli gia' letti, raggruppare i messaggi per conversazione (cioe' riguardanti uno stesso argomento in base all'oggetto), disporre le mail in ordine alfabetico oppure in base alla data (dalla piu' vecchia alla piu' nuova o viceversa), decidere quali informazioni visualizzare e quali non mostrare, in merito ad ogni singolo messaggio (data, ora, account, oggetto ecc.), decidere quali oggetti (o layout) rendere visibili sullo schermo (riquadro di anteprima, rubrica, barra di stato ecc., al fine di avere piu' spazio a disposizione sullo schermo).
In sostanza, vedremo insieme come visualizzare al meglio i nostri messaggi, per utilizzare il programma in modo piu' agevole e snello possibile.

Intanto cominciamo ad esplorare il menu' "Visualizza", che si attiva premendo la combinazione di tasti Alt+V). Troviamo le seguenti voci, selezionabili con le frecce:

Visualizzazione corrente
Ordina per Colonne
Layout
Carattere
Codifica
Messaggio precedente (control+shift+P)
Successivo
Vai alla cartella (control+y)
Espandi
Comprimi
Interrompi (Esc)
Aggiorna (F5).

La voce "Visualizzazione corrente", che confermeremo con Invio, contiene altre voci al suo interno. Vediamo quelle che potrebbero tornarci utili.

1) Mostra tutti i messaggi (che normalmente e' attivata);
2) Nascondi i messaggi gia' letti (se attiviamo questa voce con Invio, quando un messaggio e' stato aperto, questo non verra' piu' visualizzato);
3) Un'altra voce interessante fra quelle disponibili potrebbe essere "Raggruppa i messaggi per conversazione", che permette di raggruppare le meil per argomento, in base al loro oggetto; l'attivazione di questa voce, pero', non consente di visualizzare tutte le informazioni, nelle intestazioni dei messaggi.

Premiamo ora Esc e torniamo nel menu' Visualizza, con la combinazione sopra descritta. Con la freccia scendiamo su "Ordina per", confermando con Invio. Qui abbiamo diverse possibilita' di ordinare i messaggi:

1) Segui/ignora
2) Priorita'
3) Allegato
4) Contrassegno
5) Da (se si attiva questa voce, i messaggi verranno disposti in ordine alfabetico, prendendo in considerazione i nomi dei mittenti);
6) Oggetto (in questo caso, i messaggi verranno ordinati in base all'oggetto);
7) Inviato (attivando questa voce, le mail verranno disposte in ordine di data in cui sono state inviate);
8) Ordine crescente (confermando questa voce, le mail verranno disposte dalla piu' vecchia alla piu' recente);
9) Ordine decrescente (attivando questa voce, i messaggi verranno disposti a partire dal piu' nuovo fino al piu' vecchio).

Personalmente consiglio di attivare quest'ultima modalita' di visualizzazione, anche perche' i messaggi nuovi si vedranno immediatamente.
Premiamo Esc varie volte, fino a che ci troveremo di nuovo nell'elenco dei messaggi in arrivo.
Adesso andiamo ancora una volta nel menu' Visualizza, scegliamo con le frecce la voce "Colonne" e premiamo Invio. Qui possiamo scegliere le informazioni riguardanti ogni singola e-mail, disposte in colonne, da visualizzare, da nascondere, da spostare in su o in giu', a seconda delle nostre esigenze. Le colonne si selezionano con le frecce, mentre i vari pulsanti (sposta su, sposta giu', nascondi, mostra, o reimposta, che permettono di intervenire sulla visualizzazione della colonna selezionata con la freccia), sono raggiungibili con Tab.
Facciamo alcuni esempi pratici. Scegliamo con le frecce la colonna "Da", che si riferisce, evidentemente, al mittente della mail; colonna che generalmente compare per prima nell'intestazione del messaggio. Con Tab potremo attivare i seguenti pulsanti: "Sposta su", che permette di spostare piu' in su la colonna relativa al mittente), "Sposta giu'", "Nascondi" (se si clicca qui con Spazio, il mittente del messaggio non verra' visualizzato; per poterlo mostrare di nuovo occorre ripetere l'operazione e cliccare sul pulsante "Mostra"); poi abbiamo ancora: "Reimposta", "Pixel" (qui addirittura e' possibile modificare le dimensioni della colonna, che per default e' impostata a 155 pixel).
Premendo due volte Tab, ci ritroveremo sull'elenco delle colonne. Esploriamole con le frecce, a partire dalla prima:

Segui/ignora
Priorita'
Allegato
Contrassegno
Da
Oggetto
Inviato
Ricevuto
Account (qui e' possibile, se si vuole, far vedere, nelle intestazioni di un messaggio, anche l'account da cui proviene)
Dimensioni
A

Dopo aver deciso quali fra queste colonne vogliamo rendere visibili e quali nascondere, quali spostare piu' in alto o piu' in basso, quali ingrandire o rimpicciolire, con Tab raggiungiamo il pulsante OK e clicchiamo con Spazio.

Lezione 12 - Ancora sulla visualizzazione

Oggi prenderemo in esame altre voci del menu' "Visualizza" di Outlook Express.
  Se vi entriamo e scendiamo con la freccia, troveremo la voce "Layout", che confermeremo con Invio. Per "Layout" si intende "Oggetti", "Elementi", che e' possibile visualizzare nella schermata principale di O.E., ma che a volte risultano, per cosi' dire, di troppo ; puo' far comodo, infatti, tenere sullo schermo un numero minore possibile di elementi, per consentire la visualizzazione delle informazioni riguardanti ogni singola mail (mittente, oggetto, data, ora).
  Con Tab, si puo' scegliere, a seconda delle nostre esigenze, di visualizzare o no i vari elementi, tramite l'attivazione o la disattivazione della casella di controllo relativa ad ognuno di essi. Vediamoli:
  Contatti (normalmente la rubrica si puo' raggiungere premendo due volte Tab, dall'elenco della posta in arrivo; se disattiviamo la relativa casella di controllo, i contatti non verranno piu' visualizzati, ma si potra' accedervi lo stesso premendo la combinazione Control+Shift+B (B come "Bookmark", che significa, appunto, "rubrica"), il che, secondo me, e' piu' pratico);
  Cartelle;
  Elenco cartelle (anche in questo caso, l'elenco delle cartelle per default e' attivato e si raggiunge con Tab dalla Posta in arrivo; se non lo si desidera visualizzare, disattivando la casella di controllo relativa, si puo' sempre andare sull'elenco cartelle digitando la combinazione Control+y, "Vai alla cartella");
  Barra di Outlook;
  Barra di stato (la barra di stato si trova in fondo allo schermo, e reca informazioni circa la quantita' dei messaggi da leggere e quelli contenuti nella cartella corrente; se disattiviamo la relativa casella di controllo, e' possibile visualizzare lo stesso queste informazioni, premendo Backspace: avremo l'elenco di tutte le cartelle, il numero dei messaggi da leggere e quelli totali);
  Barra degli strumenti (se si disattiva questa voce, la barra degli strumenti si puo' raggiungere ugualmente con la combinazione Alt+S, menu' Strumenti);
  Barra visualizzazioni;
  Visualizza riquadro di anteprima (consiglio vivamente, anche per maggiore sicurezza, di disattivare la casella di controllo di questa voce, per evitare che il messaggio si apra automaticamente, il che potrebbe esserepericoloso, in presenza di virus);
  Con Tab, poi, ci sono i soliti pulsanti OK e Annulla. Dopo aver deciso quali elementi visualizzare e quali no, clicchiamo con Spazio sul pulsante OK e ci ritroveremo nell'elenco della posta in arrivo.
  Sempre nel menu' Visualizza, scorrendo con le frecce, troviamo altre possibilita'. Vediamo brevemente quelle che possono tornarci utili:
  Messaggio precedente (combinazione rapida: Control+Shift+P);
  Successivo (premendo Invio si apre un sottomenu' che consente di leggere il messaggio successivo, e viene suggerita la combinazione di tasti Control+Shift+S, oppure si puo' visualizzare il messaggio "da leggere" successivo, ed anche in questo caso il programma ci suggerisce la combinazione rapida Control+u; naturalmente le voci sono raggiungibili con le frecce e si confermano, logicamente, col tasto Invio);
  Vai alla cartella (come abbiamo visto sopra, si suggerisce la combinazione rapida Control+y);
  Aggiorna (combinazione rapida F5, consente di inviare e ricevere messaggi, anche se si e' in linea).

Nella prossima lezione vedremo come creare una firma, o piu' di una, e, nel caso si disponga di piu' firme, come inserire in un messaggio quella da noi scelta.

Lezione 13

Oggi ci occuperemo della firma in O.E.. Vedremo nello specifico come crearne una e, nel caso si disponga di piu' di una firma, come scegliere di volta in volta quella che ci interessa.
 Spesso la firma in un messaggio, oltre a riportare il nostro nome e cognome, puo' contenere anche una frase, un detto, un proverbio... Insomma, qualcosa che in qualche modo ci caratterizzi. Naturalmente con Outlook Express si possono memorizzare quante firme si vuole, cosi' da poterle scegliere a seconda delle occasioni. Se ad esempio desideriamo inviare un messaggio informale ad un amico, la nostra firma potrebbe essere un po' spiritosa, ma se vogliamo mandare una mail ufficiale, e' chiaro che dovremo firmarci col nostro nome e cognome e, magari, indirizzo, telefono, e-mail e qualsiasi altra informazione possa servire a rintracciarci.
 Ma come inserire la firma in un messaggio? Vediamolo insieme.
 Apriamo Outlook Express e ci troviamo nell'elenco della posta in arrivo.
 Portiamoci nel menu' Strumenti, poi digitiamo la O di Opzioni e ci troveremo nella pagina tabulata che abbiamo incontrato altre volte in questo corso.
 Premiamo Shift+Tab, in modo da portarci all'inizio delle varie schede e con la freccia destra portiamoci ora su "Firma".
 Per prima cosa, ci apparira' l'elenco delle firme che eventualmente abbiamo memorizzato; se non ne abbiamo inserita ancora nessuna, naturalmente l'elenco sara' privo di elementi.
 Proviamo adesso a creare una nuova firma. Spostiamoci con Tab e troveremo subito cio' che ci interessa: il pulsante "Nuova", appunto, su cui cliccheremo con spazio.
Qui ci apparira' una finestra di testo su cui scrivere il testo della nostra firma. Consiglio di lasciare una riga vuota all'inizio, per evitare che distrattamente la firma venga scritta all'inizio della mail anziche' in fondo.
 Spostandoci poi con Tab troviamo il pulsante "Avanzate", che consente di associare ad ogni account una data firma. Personalmente ho potuto sperimentare piu' di una volta questa opzione, ma non funziona se non fra account di posta e newsgroups. Non risulta possibile infatti, stando a prove fatte, associare un account di posta elettronica ad una determinata firma; appare sempre quella predefinita.
 Andiamo adesso con Tab ad esplorare le altre possibilita' offerte dal programma riguardo alla firma.
 Con Tab portiamoci all'inizio della sottopagina "Firma", da cui siamo partiti, e spostiamoci di volta in volta con Tab. Troviamo subito la possibilita', tramite l'attivazione della relativa casella di controllo, di aggiungere la firma a tutti i messaggi in uscita (per default la casella e' disattivata).
 Spostandoci ancora, vedremo l'elenco delle firme attualmente esistenti. Da notare che il programma, automaticamente, attribuisce loro un nome, accompagnato da un numero progressivo (firma n.1, firma n.2 e cosi' via. Questo modo di denominare le firme potrebbe risultare scomodo per chi volesse, ad esempio, inserire di volta in volta una data firma, a seconda del messaggio che andiamo a scrivere. Facciamo un esempio pratico. Nel caso avessimo memorizzato due firme, una ufficiale che contiene il nostro nome e cognome, indirizzo e-mail, telefono e quant'altro serva a farci trovare, e l'altra piu' informale, in cui magari abbiamo scritto soltanto il nostro nome o nomignolo, potrebbe farci comodo vedere, quando andremo ad inserire la firma in un messaggio, anziche' il nome dato per default dal programma, uno scelto da noi, per poter ricordare meglio il contenuto della firma stessa.
 Ma e' possibile cambiare il nome attribuito dal programma? Spostiamoci con Tab e, dopo aver trovato i pulsanti "Nuova" e "Rimuovi", troviamo proprio quello che fa per noi: "Rinomina". Clicchiamoci sopra con Spazio, cancelliamo il nome dato dal programma, scriviamo quello a nostra scelta e confermiamo con Invio.
 Con Tab, continuando ora nell'esplorazione, troviamo la possibilita' di scegliere se scrivere direttamente la nostra firma in O.E. oppure andarla a pescare da un file, che abbiamo precedentemente preparato. La scelta si effettua tramite l'attivazione, con le frecce, del relativo pulsante radio. Se scendiamo su "File", avremo poi la possibilita' con Tab di sfogliare le directories del nostro disco fisso per cercare il file che ci interessa, confermando poi la scelta col pulsante OK, raggiungibile sempre con Tab.
 Quando abbiamo finito di scrivere la nostra firma e dopo aver scelto le varie possibilita' a seconda delle nostre esigenze, clicchiamo sul pulsante OK e ci ritroveremo nell'elenco della posta in arrivo.
 Se abbiamo deciso di aggiungere automaticamente la nostra firma ai messaggi in arrivo, quando andremo ad aprire un nuovo messaggio, questa verra' inserita nel corpo della mail; nel caso volessimo inserirla manualmente, procediamo in questo modo: una volta aperto un messaggio, premiamo il comando rapido Alt+I (come Inserisci), poi la lettera F di Firma. Se abbiamo una sola firma, questa verra' aggiunta subito, mentre se ne abbiamo piu' di una, possiamo sceglierla tramite le frecce e confermare quella che ci interessa con Invio.

  Nella prossima lezione ci occuperemo della rubrica dei contatti di O.E., che, per default, va ad utilizzare quella di Windows.

Lezione 14

In questa lezione cominceremo ad occuparci della rubrica di O.E., che per default va ad utilizzare quella di Windows. Vedremo che questa rubrica e' molto completa. Oggi ci limiteremo soltanto ad esplorarla per intero, per constatare insieme le possibilita' che offre; nelle prossime lezioni prenderemo in esame tutte le varie operazioni che e' possibile eseguire con la rubrica: scrivere una mail a partire da un indirizzo che abbiamo inserito, i vari modi per aggiungere un indirizzo alla rubrica, come creare un gruppo di indirizzi ecc..
Dunque, premiamo Control+Shift+B (B come Bookmark, termine inglese che significa, appunto "Rubrica"). Fatto cio' verremo invitati a digitare in un'apposita casella di testo l'iniziale del contatto che ci interessa; se premiamo Tab, ecco l'elenco dei contatti che abbiamo inserito. Ammesso che abbiamo qualche indirizzo, proviamo ad esplorare l'elenco con le frecce e premere Invio su un contatto qualsiasi. Ci troveremo in una pagina tabulata, che andremo ad osservare.
La prima sottopagina che vedremo e' denominata "Riepilogo" e non e' modificabile. Qui vengono riassunte le informazioni principali relative al contatto: nome e cognome, indirizzo di posta elettronica, telefono dell'abitazione, cercapersone, cellulare, pagina web, telefono dell'ufficio, fax dell'ufficio, posizione, reparto, ufficio, nome societa', pagina web professionale.
Nelle altre sottopagine e' possibile inserire e modificare tantissime informazioni.
N.B.: Come in tutte le pagine tabulate, le varie schede si scorrono con le frecce o con Control+Tab, mentre le voci di ogni singola sottopagina si raggiungono con Tab.
Prima sottopagina: Nome
Nome
Secondo nome
Cognome
Titolo
Visualizza come (qui gia' si vedono nome e cognome, come eventualmente li abbiamo inseriti)
Alias
Indirizzi posta elettronica
Indirizzo predefinito (da prove effettuate, e' possibile inserire piu' indirizzi di una stessa persona su un'unica scheda, ma il programma va a prendere sempre quello predefinito)
Seguono poi tre pulsanti: Modifica, Rimuovi e Predefinito
C'e' poi la possibhilita', tramite l'attivazione di una casella di controllo, di inviare i messaggi in formato "Testo normale" (per default quest'opzione e' disattivata; se abbiamo deciso di inviare comunque tutti i messaggi in formato "testo normale", l'attivazione si rivela superflua)
A conclusione della scheda vi sono i pulsanti OK e Annulla

Seconda sottopagina: Abitazione
Via e numero civico
Cap
Citta'
Provincia (qui si deve scrivere solo la sigla di appartenenza della provincia di residenza del proprietario del contatto)
Paese
Predefinito (per default questa opzione e' disattivata)
C'e' poi la possibilita', tramite il pulsante "Visualizza cartina", di visualizzare la cartina della provincia o della localita' specificata, a patto che tutte le informazioni siano complete)
Telefono
Fax
Cellulare
Pagina web
Pulsante Vai
Seguono i soliti pulsanti OK e Annulla.

Terza sottopagina: Ufficio
Societa'
Via e numero civico
Cap
Citta'
Provincia (come sopra)
Paese
Casella Predefinito (per default disattivata)
Visualizza cartina
Posizione
Reparto
Ufficio
Telefono
Fax
Cercapersone
Telefono Ip
Pagina web
Pulsante Vai
OK, Annulla.

Quarta sottopagina: Personale
Coniuge
List of children (traduzione: Lista di figli)
Pulsante Aggiungi (permette di aggiungere il nome di un figlio alla lista)
Sesso
Compleanno (per default disattivato)
Anniversario (per default disattivato)
OK, Annulla.

Quinta sottopagina: Altro
Note (qui e' possibile inserire tutte le informazioni accessorie riguardanti il contatto, come ad esempio qualche caratteristica che ce lo fanno rammentare meglio)
Membro di
OK, Annulla.

Sesta sottopagina
Net meeting
Server per conferenze
Indirizzo per conferenze
Lista dei servers
Pulsante Chiama
OK. Annulla.

Come si puo' constatare, la rubrica da cui O.E. attinge e' veramente assai completa ed articolata e vi si possono inserire una gran quantita' di informazioni.
E' possibile visualizzare la rubrica sulla schermata principale di O.E., e allora quando si raggiunge con Tab, basta premere Invio per aprire un nuovo messaggio avente per indirizzo quello del contatto che abbiamo selezionato con le frecce. Se pero' per questioni di praticita' abbiamo deciso di non visualizzare la rubrica, vi sono piu' maniere per scrivere una mail a partire da un indirizzo gia' presente. Questo ed altro lo vedremo nella prossima lezione.



Vai ad inizio pagina

XHTML 1.0 valido | CSS valido

Copyright © 1999 - 2014 uicparma.it
Sito realizzato con CMS Made Simple 1.6.6 Bonde