Vai al menu di navigazione

Personalizzazione

Foto della consegna del BEL. Da sinistra Raffaella Romita, Guido Schianchi, Lucia Fracassi e Angelo De Lillo.

De Lillo Angelo, titolare dell'Ottica Prisma di Parma, nonché socio del Lions Club Colorno, ha donato un Bastone elettronico BEL alla Signora non vedente Lucia Fracassi.
La consegna del bastone è avvenuta il giorno 24 Giugno 2021 in presenza del Presidente dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Parma e della Presidente del Lions Club Colorno Raffaella Romita.
Il BEL, Bastone Elettronico Lions, è un'apparecchiatura che permette alle persone cieche (o ipovedenti gravi) di potersi muovere con maggiore autonomia e sicurezza, facilitandone la qualità della vita e un miglior inserimento sociale. I Lions Clubs ne sono stati i promotori in Italia.
Il principio è molto semplice. E' lo stesso che usano i pipistrelli in natura, i radar in aviazione, ormai tutte le recenti automobili quando sono in retromarcia, le attuali macchine fotografiche per mettere a fuoco l'immagine. Basta "lanciare un segnale" in avanti e misurare se ritorna indietro, di rimbalzo e riflesso, un altro segnale: vuol dire che di fronte, ad una certa distanza, vi è un ostacolo.
Le modalità possono essere diverse: si possono usare “segnali” di diversa natura quali raggi infrarossi, laser, ultrasuoni, ecc., ma il principio resta identico. Ed il tempo che il segnale impiega a ritornare indietro, di rimbalzo, fornisce la misura della distanza che intercorre fra l’apparecchiatura e l’ostacolo. Occorre quindi decidere come comunicare al cieco la presenza di un ostacolo. Due i sistemi: una vibrazione (segnale tattile) oppure un suono (segnale acustico).
Si preferisce, in genere, la vibrazione poiché è talora difficile, in ambienti rumorosi quali le nostre strade o luoghi affollati, percepire bene il suono dell’apparecchiatura. Inoltre, le persone non vedenti utilizzano spesso l’udito per raccogliere preziose informazioni sull’ambiente che le circonda, ed un segnale sonoro in più, emesso dall’apparecchiatura, potrebbe interferire con tale esigenza. E’ anche nota la maggiore sensibilità tattile che si acquisisce quando, ad esempio, si è seguito un corso di lettura e scrittura Braille.
L'apparecchiatura che l'Ottica Prisma ha donato alla persona non vedente, funziona con le vibrazioni dei sensori, che segnalano gli ostacoli.
Lucia Fracassi destinataria del bastone e Guido Schianchi, Presidente dell'UICI di Parma, hanno espresso profonda gratitudine al Dott. De Lillo, titolare dell'Ottica Prisma, per la sensibilità e l'attenzione dimostrate verso le persone non vedenti e le loro problematiche di mobilità.

Nella foto la consegna del Bastone Elettronico Lions. Nell'ordine da sinistra: Raffaella Romita, Presidente del Lions club Colorno, Guido Schianchi, Presidente dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Parma, Lucia Fracassi, la non vedente che riceve il bastone elettronico, e Angelo De Lillo, titolare dell'Ottica Prisma.




 


395595 visitatori dal 1 gennaio2009


Personalizza la visualizzazione di uicparma.it

Scegli uno stile:

Vai ad inizio pagina

Copyright © 1999 - 2021 uicparma.it
Sito realizzato con CMS Made Simple 1.6.6 Bonde