Vai al menu di navigazione

Personalizzazione


Col venir meno della leva militare obbligatoria e, conseguentemente, degli obiettori di coscienza in servizio civile le varie associazioni di volontariato e di promozione sociale hanno perso una risorsa fondamentale per la concretizzazione delle proprie iniziative.

Questa mancanza di personale da adibire alle varie attività associative è stata parzialmente colmata dall'istituzione del servizio civile volontario.

I giovani e le giovani, di età compresa tra i 18 ed i 28 anni, che intendano dedicare un anno della propria vita ad iniziative di solidarietà, nell'ambito dei progetti realizzati dagli enti autorizzati, percepiranno una retribuzione netta mensile di €439,50 per 12 mensilità, a fronte di un impegno settimanale di 25 ore. Sono inoltre garantiti un periodo di ferie e la maturazione dell'anzianità di servizio ai fini pensionistici.

Anche la sezione di Parma dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ETS-APs si avvale della preziosa collaborazione dei giovani volontari in servizio civile, per garantire ai disabili visivi di Parma e provincia l'accompagnamento, mediante i mezzi pubblici al posto di lavoro, a presidi sanitari, per la spesa presso negozi o supermercati e per ogni altra necessità di spostamento, così come per la lettura di testi, quotidiani ecc... Inoltre, i volontari collaborano con la struttura sezionale nello svolgimento di alcune mansioni necessarie al buon funzionamento degli uffici.

I progetti redatti dalla sezione sono fondamentalmente di due tipi:

- il primo tipo è a carattere generale ed è previsto che il volontario svolga il servizio di accompagnamento a persone cieche di volta in volta assegnategli, oltre alle varie attività d'ufficio.

- il secondo tipo, invece, si riferisce all'art. 40 della legge n. 289/2002 e prevede che il volontario venga assegnato ad una specifica persona che ne abbia fatto richiesta per motivi di lavoro, sanitari o di impegno sociale.

Le caratteristiche che i candidati e le candidate devono avere per accedere ai nostri progetti, oltre ai requisiti previsti dalla normativa vigente, sono quelle di disponibilità alla flessibilità oraria, di una buona predisposizione ai rapporti umani, di abitare nei pressi o di poter raggiungere rapidamente il luogo di lavoro garantendo sempre la massima puntualità.

Gli accompagnamenti avvengono generalmente nella città di Parma e/o in provincia. Solo occasionalmente può essere richiesto di effettuare qualche servizio in regione ed, in maniera assolutamente sporadica, fuori regione.

I giovani e le giovani, che desiderassero proporsi per svolgere il servizio civile con l'U.I.C.I. di Parma, possono rivolgersi ai nostri uffici per ogni ulteriore informazione chiamando il numero 0521/233462 o contattandoci anche via e-mail.

In questa pagina, invece, pubblichiamo di volta in volta i comunicati relativi al servizio civile presso la nostra sezione ed i progetti integrali che promuoviamo.

 

***

Servizio civile Universale

Nuove generazioni per l’informazione il sostegno e l’inclusione sociale

Scarica il volantino in formato pdf
Programma di intervento
Nuove generazioni per l’informazione il sostegno e l’inclusione sociale
PRESENTA LA DOMANDA ENTRO IL 15 FEBBRAIO 2021
È stato pubblicato, sul sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, il bando per la selezione di 46.891 operatori
volontari da avviare al servizio civile nell’anno 2021.
Quest’anno, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS offre complessivamente 978 posti in 7 progetti da realizzarsi su tutto il territorio
nazionale Italia.
Il BANDO scade alle ore 14.00 del 15 febbraio 2021 (TERMINE PRESENTAZIONE DOMANDE).
Per quanto riguarda la Sezione UICI di Parma, la selezione si riferisce a 2 progetti con un impiego di 3 operatori volontari.
In particolare:
Progetto 1 "Laboratori di attivismo civico per l’inclusione sociale" con l'impiego di 2 volontari.
(Progetto 5 “Sensibilizzazione, riduzione e gestione dei rischi legati alla diffusione delle patologie oculari” con l'impiego di 1 volontario.

LA DOMANDA
Nella sezione PROGRAMMA E PROGETTI trovi informazioni sul programma d’intervento approvato dal Dipartimento nonché pubblicati i 7 PROGETTI dell’Unione
Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS.
La domanda di partecipazione è presentabile esclusivamente online attraverso la piattaforma Domande on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone
all’indirizzo
https://domandaonline.serviziocivile.it
Ricorda che per presentare la domanda ti occorrerà:
– lo Spid, se sei un cittadino italiano residente in Italia o all’estero (qui le istruzioni per richiedere lo SPID
https://www.spid.gov.it/richiedi-spid );
– le credenziali da richiedere al Dipartimento, se sei un cittadino di un Paese appartenente all’Unione europea o uno straniero regolarmente soggiornante
in Italia (qui la procedura);
– un CV redatto sottoforma di autocertificazione (che riporta dunque la dicitura: “Il sottoscritto … ai sensi e per gli effetti delle disposizioni contenute
negli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e consapevole delle conseguenze derivanti da dichiarazioni
mendaci ai sensi dell’articolo 76 del predetto D.P.R. n° 445/2000, sotto la propria responsabilità, dichiara …”) con allegato il documento di identità:
per preparare al meglio il tuo curriculum vitae, sulla base dei criteri di selezione dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, consulta la pagina
dedicata alle SELEZIONI o chiedi informazioni alla Sede Territoriale che vedi indicata nella pagina del progetto di tuo interesse!
Inoltre:
– devi aver tra i 18 e i 29 anni non compiuti;
– non devi aver ricevuto condanne;
– non devi appartenere alle forze di polizia o ai corpi armati;
– non devi aver già prestato il servizio civile nazionale/universale o averlo interrotto.
Si raccomanda una attenta lettura del Bando e della scheda sintetica del progetto per il quale ci si vuole candidare.
I COLLOQUI DI SELEZIONE
Dopo la scadenza del bando, verranno organizzati i colloqui per la selezione dei volontari. I calendari di convocazione saranno pubblicati su questo sito
nella pagina dedicata al progetto cui si riferiscono. Tutti i candidati devono attenersi alle indicazioni fornite in ordine alle modalità, ai tempi e ai
luoghi indicati e dovranno presentarsi al colloquio nella data prevista, salvo comunicazione alla Sede Territoriale del proprio impedimento, cui questa,
verrà incontro con una soluzione alternativa (data di recupero o colloquio da remoto).
La pubblicazione del calendario sul sito HA VALORE DI NOTIFICA DELLA CONVOCAZIONE ed i candidati che, pur avendo presentato la domanda, non si presenteranno
al colloquio nei giorni stabiliti, senza giustificato motivo, saranno ESCLUSI DALLA SELEZIONE per non aver completato la relativa procedura.
Per prepararsi ai colloqui, si consiglia vivamente di prendere visione del sistema di selezione adottato dall’Unione Italiana dei Ciechi.
Nella stessa pagina è scaricabile il CV formato europeo, da allegate alla Domanda On Line ed utile per elencare nel dettaglio le proprie esperienze ed
i titoli di studio.
LE GRADUATORIE
Espletati i colloqui, le graduatorie verranno sempre pubblicate nella pagina del progetto a cui si riferiscono e sono da intendersi “provvisorie” fino
all’approvazione definitiva da parte del Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale.
Tutti i candidati risultati “Idonei selezionati” saranno istruiti sull’avvio del loro progetto mentre i candidati risultati “idonei non selezionati” verranno
contattati, in ordine di punteggio, qualora un posto rimanesse vacante.
PROGRAMMA E PROGETTI
Ogni singolo progetto è parte di un più ampio programma di intervento che risponde a 4 obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni
Unite e riguarda uno specifico ambito di azione «Sostegno, inclusione e partecipazione delle persone fragili nella vita sociale e culturale del Paese»
individuato tra quelli indicati nel Piano triennale 2020-2022 per la programmazione del servizio civile universale.
I nostri progetti hanno la durata di 12 mesi e una modalità d’impiego che prevede un monte ore annuo di 1.145 per un max di 25 ore di servizio settimanale.
Il volontario che prenderà servizio, stipulerà un contratto con il Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile e riceverà da questo direttamente
un trattamento economico mensile di Euro 439,50. È inoltre previsto il rilascio a conclusione del servizio di un attestato di espletamento del Servizio
civile riconosciuto da un ente terzo.
Tutti i progetti inclusi nel programma di intervento prevedono una riserva di posti in favore di Giovani con Minori Opportunità (ragazzi che hanno un basso
reddito) e l’opportunità di partecipare a un periodo di Tutoraggio nell’ambito del servizio da svolgere: un percorso di “accompagnamento” nel mondo del
lavoro dove il tutor preposto illustrerà i canali di accesso al mondo del lavoro e mostrerà al giovane volontario come compilare correttamente un curriculum
vitae evidenziando skills, esperienze e titoli.
I PROGETTI
Progetto 1
Laboratori di attivismo civico per l’inclusione sociale
L’area centro-nord del paese individuata per l’attuazione di questo progetto, composta da 10 regioni e da 43 provincie, sarà interessata dall’impiego complessivo
di 272 operatori volontari dislocati su 56 sedi d’attuazione progetto accreditate.
Obiettivo progettuale:
Miglioramento dell’integrazione sociale, del livello culturale e del grado di autonomia dei disabili della vista.
Progetto 2
Botteghe sociali per il sostegno e la riduzione delle disuguaglianze
In questo progetto l’area del centro-sud individuata, composta da 6 regioni e da 23 provincie, sarà interessata dall’impiego complessivo di 214 operatori
volontari dislocati su 55 sedi d’attuazione progetto accreditate.
Obiettivo progettuale:
Miglioramento dell’integrazione sociale, del livello culturale e del grado di autonomia dei disabili della vista.
Progetto 3
Officine di cittadinanza attiva e partecipazione sociale
Qui l’area individuata è rappresentata dalle 2 maggiori isole del nostro paese, suddivise in 13 provincie complessive. Il territorio individuato è interessato
dall’impiego complessivo di 205 operatori volontari dislocati su 40 sedi d’attuazione progetto accreditate.
Obiettivo progettuale:
Miglioramento dell’integrazione sociale, del livello culturale e del grado di autonomia dei disabili della vista.
Progetto 4
Città senza confini: il nuovo volto del volontariato
L’area di intervento individuata è legata alla presenza nel territorio dell’ente di accoglienza U.N.I.Vo.C. (Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi
– ETS/Odv), la cui azione è riconducibile in 8 regioni suddivise in 10 provincie. Il progetto prevede l’impiego complessivo di 50 operatori volontari dislocati
su 11 sedi d’attuazione progetto accreditate.
Obiettivo progettuale:
Miglioramento della condizione di Isolamento morale e materiale dei ciechi
Progetto 5
Sensibilizzazione, riduzione e gestione dei rischi legati alla diffusione delle patologie oculari
L’area di intervento individuata è legata alla presenza nel territorio di adeguate risorse (umane e strumentali) riconducibili alla mission della nostra
associazione in tema di prevenzione della cecità, recupero visivo, e riabilitazione funzionale e sociale delle persone cieche e ipovedenti.
L’intervento in parola sarà attuato in 7 regioni suddivise in 18 provincie, prevedendo l’impiego complessivo di 52 operatori volontari dislocati su 18
sedi d’attuazione progetto accreditate.
Obiettivo progettuale:
Ridurre e gestire i rischi legati alla diffusione delle patologie oculari: informazione e sensibilizzazione del contesto territoriale sui temi concernenti
la disabilità visiva
Progetto 6
Lotta alla disparità di genere nell’istruzione e nella formazione dei disabili visivi a garanzia di un equo accesso
La vasta area individuata è determinata da una distribuzione omogenea sul territorio italiano di alunni con disabilità visiva inseriti nei processi di
istruzione.
Il progetto è riconducibile in 16 regioni suddivise in 64 provincie. Lo stesso prevede l’impiego complessivo di 177 operatori volontari dislocati su 110
sedi d’attuazione progetto accreditate.
Obiettivo progettuale:
Garantire un accesso equo a tutti i livelli di istruzione e formazione professionale: sostegno all’integrazione scolastica e alla crescita culturale e
professionale dei disabili della vista
Progetto 7
Frammento di luce: il Braille, protezione e salvaguardia di un patrimonio culturale
L’apposita iniziativa progettuale, da attuarsi presso la sede della “Biblioteca Italiana per Ciechi Regina Margherita”, prevede l’impiego complessivo di
8 operatori volontari da impegnare nei processi di protezione e salvaguardia dei testi in Braille, nonché consentire un miglioramento nei servizi legati
alla fruizione dei testi stessi da parte degli utenti disabili visivi, che si avvalgono dei libri in Braille per migliorare il proprio grado di istruzione
e per la propria crescita sociale e culturalmente.
Obiettivo progettuale:
Obiettivo della presente iniziativa progettuale è la protezione e la salvaguardia del patrimonio culturale (libri Braille) rientrante nella disponibilità
dell’ente, attesa la necessità di tutelare la memoria storica della comunità dei disabili visivi e salvaguardare la loro identità.
http://www.uiciechi.it/serviziocivile/index.asp
Scarica il PDF informativo allegato
(Bando - Attuazione - Reclutamento)



373975 visitatori dal 1 gennaio2009


Personalizza la visualizzazione di uicparma.it

Scegli uno stile:

Vai ad inizio pagina

Copyright © 1999 - 2021 uicparma.it
Sito realizzato con CMS Made Simple 1.6.6 Bonde