Vai al menu di navigazione

Personalizzazione

venerdì 29 aprile 2022

Campo estivo G.A.M.E.


L'iniziativa dell'I.Ri.Fo.R. dell'Emilia-Romagna si rivolge a bambini e ragazzi ciechi od ipovedenti di età compresa tra 8 e 19 anni.
Categoria: Comunicati
Pubblicato da: Gianluigi Coppelletti

L’I.Ri.Fo.R. (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) Consiglio Regionale Emilia-Romagna e l’Istituto dei Ciechi “Francesco Cavazza” per l’estate 2022 organizzano due campi ricreativi e abilitativi , rivolti a:

•    15 bambini e ragazzi non vedenti e ipovedenti, anche con disabilità aggiuntive lievi, di età 8-15 anni (tipologia A) dal 10 al 16 luglio 2022;

•    16 ragazzi non vedenti e ipovedenti, anche con disabilità aggiuntive lievi, di età 14-19 anni (tipologia B) dal 17 al 23 luglio 2022.

La vacanza si svolgerà a Pinarella di Cervia (RA) presso il Club Vacanze In, Viale Italia n. 316.

Per i nuovi partecipanti la vacanza rappresenterà il primo momento di incontro e di confronto con altri ragazzi con disabilità visiva e la prima esperienza lontani da casa per stimolare le autonomie. Per coloro che hanno già partecipato alle scorse edizioni, invece, la vacanza rappresenterà l’attesissimo momento di ritrovo con i “vecchi” amici.
Per tutti sarà un’opportunità di vivere una settimana di vacanza al mare, in un contesto tranquillo, accogliente ma al contempo vivace e stimolante.
Dopo due anni di emergenza sanitaria, di periodi di isolamento/quarantene di d.a.d. e d.d.i., di distanziamento e socialità ridotta, G.A.M.E. sarà un ritorno alla “normalità” e offrirà ai ragazzi con disabilità visiva l’opportunità di stare insieme, di giocare e di divertirsi, come dovrebbero poter fare tutti i ragazzi d’estate!

Il confronto, non virtuale, con i pari innescherà nei giovani con disabilità visiva la motivazione e l’orgoglio a fare da soli (anche solo a provare), uscendo dalla logica dell’assistenzialismo e dell’essere accuditi. Mettersi alla prova e fare nuove esperienze nel contesto della vacanza, favorirà la fiducia in se stessi a vantaggio dell’autostima e permetterà la maturazione di una maggiore consapevolezza nelle proprie capacità, ma anche nei propri limiti (esame di realtà).


Descrizione delle attività

Le attività sono progettate per favorire un apprendimento sia di tipo formale (con la proposta di laboratori interattivi volti all’acquisizione di tecniche e strategie specifiche) sia di tipo non formale (con la proposta di esperienze individuali e di gruppo, più o meno strutturate, che stimolino i partecipanti ad esprimere al meglio le proprie potenzialità ed aspirazioni). Fondamentale sarà non soltanto il ruolo svolto dagli adulti ma anche il costante e produttivo confronto tra pari.
Le attività saranno, generalmente, svolte in piccoli gruppi; per alcune attività specifiche si prevederanno anche momenti individualizzati.
Le attività si articoleranno in:

1.    Attività di orientamento e mobilità e autonomie personali (a cura della dott.ssa Laura Corsi):  in ognuno dei due soggiorni lo specialista sarà presente per le prime 3 giornate per verificare le abilità di partenza e per potenziare, attraverso strategie e attività mirate, la capacità di orientarsi e muoversi in autonomia negli spazi interni ed esterni della struttura e le tecniche nell’uso del bastone.
2.    Attività quotidiane volte al potenziamento delle autonomie personali.
3.    Attività finalizzate al potenziamento delle autonomie domestiche (es.: apparecchiare/sparecchiare) e delle autonomie nell’uso del denaro.
4.    Attività di idroterapia e acquaticità: seguendo il Protocollo I.Po.P. (Idrostimolazione Polisensoriale Psicomotoria), l’operatrice Lucilla Boschi, educatrice, specificamente formata in idroterapia, proporrà giochi motori da svolgersi in acqua e un primo avvicinamento alle basi del nuoto.
5.    Story telling: creiamo insieme il racconto della nostra vacanza.
6.    Laboratorio “Emozioni in musica”: si utilizzerà la musica come potente strumento per potenziare l’intelligenza emotiva, ovvero la capacità di riconoscere i nostri sentimenti e quelli degli altri, di motivare noi stessi e di gestire positivamente le nostre emozioni, tanto interiormente, quanto nelle relazioni sociali.
7.    Attività sportive (giochi motori, risveglio muscolare, sport in acqua, nordic walking).
8.    All’interno di ogni soggiorno verranno proposte due gite (tra le mete: gita in barca elettrica nelle Saline di Cervia, Parco Naturale e parco Avventura di Cervia, Mirabilandia/Mirabeach).
9.    Rilassamento corpo e mente.
10.    Attività ricreative, di svago e di integrazione sociale: partecipazione alle attività di animazione proposte dal Residence, giochi in spiaggia; giochi di società; serate a tema (serate danzanti, karaoke, caccia al tesoro, camminata notturna in riva al mare, serate giochi e quiz).
11.    Uscite serali a Pinarella/Tagliata/Cervia.


Obiettivi generali della vacanza:

·    Favorire l’inclusione e la partecipazione attiva alla vacanza.
·    Favorire nei partecipanti lo sviluppo di competenze relazionali e pratiche, già presenti o ancora nascoste, partendo dalle esperienze di vita quotidiana, dai laboratori e dagli sport.
·    Incoraggiare il confronto e lo scambio di esperienze tra i partecipanti.
·    Favorire la socializzazione.
·    Promuovere attività volte ad accrescere le autonomie personali e sociali.
·    Aumentare la fiducia nelle proprie capacità e l’autostima.
·    Favorire la curiosità e il piacere della scoperta.

Obiettivi specifici:

·    Favorire l’espressione delle emozioni e la maturazione di una maggiore consapevolezza di sé, dei propri bisogni e delle proprie aspirazioni.
·    Potenziare la consapevolezza di sé e del proprio corpo in relazione a se stessi e agli altri.
·    Potenziare abilità legate:

·    alla cura e all’igiene personale;
·    alle autonomie personali (a tavola e in camera, nella corretta organizzazione dei propri spazi e delle proprie cose);
·    alla correttezza posturale sia statica che dinamica nelle varie situazioni;
·    alle abitudini che potenzino l’uso dei sensi residui;
·    ai concetti logici spazio-temporali e di causa-effetto;
·    alla mobilità sicura;
·    alle abitudini atte all’organizzazione e pianificazione del proprio tempo;
·    alla consapevolezza delle regole sociali e del rispetto degli altri;
·    alla conoscenza ed introduzione di alcune pratiche sportive e ludiche;
·    alla conoscenza, discriminazione e uso del denaro.


In particolare, nel campo Tipologia A (bambini/ragazzi), avremo come focus:
➢    le autonomie legate ai bisogni primari (dormire da soli, lavarsi, vestirsi, tenere in ordine, versare, tagliare, ecc);
➢    la capacità di orientarsi e muoversi in autonomia all’interno della struttura ospitante;
➢    il potenziamento sinergico dei diversi canali sensoriali;
➢    il potenziamento della motricità fine, del coordinamento bimanuale, della capacità di discriminazione tattile attraverso le attività quotidiane, le attività di manipolazione e i laboratori;
➢    la maturazione nella consapevolezza di sé, dei propri limiti e delle proprie risorse grazie al confronto con gli altri;
➢    il potenziamento della capacità di ascolto e di sintonizzazione con l’altro;
➢    il rispetto dei turni di parola e delle regole nelle situazioni di dialogo e di gioco.

Nel campo Tipologia B (ragazzi), oltre a quelli sopra elencati, si porranno obiettivi di:
·    autonomie personali, domestiche e sociali più raffinate;
·    ulteriori passi avanti nella capacità di mobilità autonoma.


Misure di prevenzione contro il diffondersi del Covid 19

Per la realizzazione del progetto in completa sicurezza I.Ri.Fo.R. Regionale e Istituto Cavazza si atterranno alle normative nazionali e locali che saranno in vigore per limitare il contagio da Covid 19 e che saranno comunicate più avanti.
L’effettiva realizzazione dei soggiorni, secondo le modalità previste dal suddetto progetto, sarà subordinata ai protocolli, alle linee guida e alle normative regionali relativi ai centri estivi e alle regole per il pernottamento.
In linea con l’estate 2021, le famiglie e i ragazzi saranno informati per tempo sui protocolli da seguire e sulle norme di comportamento da adottare.
Come indicato dal bando 2022, per garantire il tracciamento preventivo dei partecipanti e degli operatori coinvolti, verrà chiesto a tutti di effettuare un tampone molecolare o antigenico al massimo 48 ore prima dell’inizio del soggiorno.


Costi e modalità di partecipazione:

Il costo della vacanza è di € 450,00 per ciascun partecipante.
La richiesta di iscrizione dovrà pervenire entro il  31 maggio 2022 all’indirizzo email:
campoestivo@cavazza.it inviando la documentazione richiesta:
• Modulo iscrizione;
• Modulo unico Dichiarazioni;
• Copia della diagnosi funzionale e del certificato della Commissione medico-legale di prima istanza per il riconoscimento di invalidità/cecità civile;
• Piano terapeutico (sarà cura dei genitori/esercenti potestà genitoriale inviarlo nuovamente prima della partenza in caso di modifiche);
• Scheda personale firmata e timbrata dal pediatra/medico di base;
• Certificato Sportivo per “non agonisti” o libretto sanitario dello sportivo aggiornato;
• Copia libretto delle vaccinazioni;
• Copia carta d’identità e codice fiscale.

I genitori dei ragazzi che hanno partecipato al campo estivo 2021 possono non trasmettere copia della diagnosi funzionale e del certificato della Commissione medico-legale di prima istanza per il riconoscimento di invalidità/cecità civile, a meno che non siano stati aggiornati.
Successivamente, potrà essere richiesta ulteriore documentazione nel rispetto dei protocolli in vigore per il contenimento della diffusione del Covid-19.

CRITERI DI SELEZIONE DEI PARTECIPANTI

Per poter partecipare al campo estivo è necessaria l’iscrizione all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.
La precedenza verrà data a:
1.    Coloro che vivono in Regione Emilia-Romagna o che sono iscritti a una delle sedi UICI della Regione;
2.    Coloro che hanno già partecipato a una delle precedenti edizioni di questo campo regionale (per garantire ai giovani partecipanti un percorso di continuità);
3.    Coloro che possiedono un livello di autonomie di base sufficiente a poter usufruire pienamente dell’esperienza del soggiorno in considerazione della tipologia di campo. Queste capacità verranno valutate, anche tenendo conto del tipo di disabilità, attraverso l’analisi della documentazione dell’utente, in particolare della Diagnosi Funzionale, e a seguito delle valutazioni della psicologa responsabile dell’iniziativa.
A parità di punteggio, la precedenza sarà valutata in base all’ordine di arrivo delle domande di iscrizione.

Per info scrivere a campoestivo@cavazza.it oppure telefonare a:
o    Serena Cimini (tel. 339-4224280) per info sullo svolgimento e sugli obiettivi della vacanza.
o    Veronica Sirsi (tel. 324-8455616) per info amministrative.

423922 visitatori dal 1 gennaio2009


Personalizza la visualizzazione di uicparma.it

Scegli uno stile:

Vai ad inizio pagina

Copyright © 1999 - 2022 uicparma.it
Sito realizzato con CMS Made Simple 1.6.6 Bonde