Vai al menu di navigazione | Vai al menu della sezione

Ottenere un cane guida, almeno per quanto riguarda la procedura, non è cosa difficile, purtroppo ad essere lunghi sono i tempi di attesa, che variano da scuola a scuola, ma che, spesso, non scendono sotto i dieci mesi, almeno per il primo cane. Infatti, nel caso in cui a fare la richiesta sia una persona che ha già avuto un cane guida, i tempi si accorciano, perché ha una priorità rispetto agli altri.
In Italia ora ci sono tre scuole per cani guida, una a scandicci (Firenze), una a Pecoraia (Piacenza) e una a Limbiate (Milano).
Quella di Firenze e quella di Piacenza hanno un legame più stretto con l'UIC, mentre quella di Milano è gestita dai Lions club. Sulla preferenza per una scuola piuttosto che per l'altra, le opinioni sono contrastanti, ogni scuola ha i suoi pro e i suoi contro, e se non si conosce nulla, è consigliabile fare domanda in tutte le scuole e attendere di essere chiamati, per poi decidere cosa fare.
I cani guida vengono comunque dati gratuitamente ai ciechi, qualsiasi sia la scuola scelta.
Anche la procedura per la richiesta del cane varia da scuola a scuola. Per fare richiesta alla scuola di Limbiate è sufficiente scrivere una lettera in carta libera, descrivendo rapidamente sé stessi, la propria vita, le proprie abitudini e i motivi che spingono alla richiesta del cane; è inoltre opportuno allegare alla domanda una propria fotografia a figura intera. A seguito di questa richiesta, si viene contattati dai lions della propria città e due incaricati vanno a casa del richiedente, per constatare la presenza o meno di altri handicap oltre alla cecità, le dimensioni dell'abitazione, lo stile di vita e le capacità motorie, che vengono testate attraverso pochi semplici esercizi. I tempi di Milano generalmente sono più veloci, dalla domanda a quando si viene chiamati per verificare l'idoneità, passano circa cinque o sei mesi, e altrettanti ne passano prima che ci si possa recare alla scuola per prendere il cane.
Quando si viene chiamati per questa seconda fase, ci si reca alla scuola e si riceve il cane assegnato, si torna quindi a casa dove si rimane per due settimane, durante le quali il cane non deve essere utilizzato come guida, ma si deve invece lavorare per l'affiatamento tra animale e conduttore. Al termine di queste due settimane si torna alla scuola dove si trascorre un'ulteriore settimana di addestramento di cane e nuovo conduttore. I tempi e le modalità dell'affiatamento e dell'addestramento possono variare in funzione del luogo in cui abita il richiedente e della comodità o meno di recarsi a Milano. E' infatti possibile che si effettui solo la settimana di addestramento alla scuola, tralasciando la fase di affiatamento, se il richiedente abita molto lontano da Milano. Al termine di tutto questo si torna a casa e si possono contattare gli addestratori in caso di problemi. In alcuni casi gli addestratori si recano presso l'abitazione del cieco, se si verificano problemi difficili da affrontare.

Nel caso di Firenze esiste un modulo prestampato per la richiesta, che si può reperire sul sito internet della scuola o presso l'Unione Italiana Ciechi.
Generalmente passa circa un anno prima di essere chiamati per il primo colloquio, e più o meno altrettanto prima che arrivi il momento del ritiro del cane.
I colloqui in questo caso vengono fatti direttamente presso la scuola, il cieco viene sottoposto anche a test che riguardano la sua mobilità, e può accadere che venga richiesto di frequentare un corso di orientamento e poi di rifare la domanda in un secondo tempo. Se la domanda viene accolta, si viene richiamati alla scuola, dove, dopo l'assegnazione del cane, si rimane per due settimane, durante le quali si segue un corso insieme ad altre persone, che comprende, oltre alla parte pratica, anche una serie di lezioni teoriche, di etologia e veterinaria. Ogni anno poi la scuola verifica se il cane è stato correttamente curato e se le sue capacità di guida sono intatte.

La scuola di pecorara esiste da pochi mesi e non è ancora possibile stabilire i tempi d'attesa e descrivere le procedure per l'addestramento e la consegna del cane.

Recapiti delle scuole:

SCUOLA NAZIONALE CANI GUIDA PER CIECHI.
Via dei Ciliegi, 26 - 50018 SCANDICCI (FI)
Tel. 055/74.18.1
Sito internet:
www.rete.toscana.it/sett/polsoc/scuolacaniguida

Scuola di Limbiate:
SERVIZIO NAZIONALE CANI GUIDA PER CIECHI.
Via Camposanto 1 - 20051 - LIMBIATE (Milano)
Telefono e fax: 02/99.64.03.0
Sito internet anche qui molto interessante:
www.caniguidalions.it/

Piacenza:
SCUOLA ADDESTRAMENTO CANI GUIDA.
Località Cà Aie dei Sette, 29010 Pecorara (Pc)
Tel. 0523/99.93.23, C/C 29010.

Oltre a queste tre scuole, che sono quelle ufficiali, l'accademia per l'addestramento di cani da assistenza per disabili motori, da quest'anno addestra anche cani guida, anche se le consegne sono ancora pochissime. E' comunque possibile chiamare la scuola per chiedere informazioni sulla modalità di richiesta, anche se a quanto risulta, poche domande vengono accolte.
Il recapito di questa scuola è il seguente:

Via Olmata Tre Cancelli, 8 - 00062 - Bracciano (ROMA)
Tel./Fax: 06/99.80.22.11
E-MAIL: danyland@tin.it
Sito internet:
www.cani-da-assistenza.it

Esistono alcune scuole di addestramento di cani guida all'estero che sono disposte a consegnare cani guida anche in Italia; in particolare la scuola cani guida di Bordeaux, i cui tempi di consegna sono di circa nove mesi, e la scuola cani guida di Nizza.

Recapiti della scuola cani guida di Bordeaux:
Telefono 0033.05.56.47.85.15
email: chienguideuaso.bx@wanadoo.fr

Scuola cani guida di Nizza e della costa Azzurra:
dottor Petit
Telefono: 0033 04.92.07.18.18
Email: chiensguides@webstore.fr.



Vai ad inizio pagina

Copyright © 1999 - 2022 uicparma.it
Sito realizzato con CMS Made Simple 1.6.6 Bonde